Perché ci è voluto così tanto tempo per legalizzare?

Nel maggio 2018, il famigerato Professional and Amateur Sports Protection Act (PASPA) che vietava le scommesse sugli sport professionistici e amatoriali è stato cancellato dalla legislatura. Inoltre è stato ribaltato decisamente dalla Corte Suprema. Le scommesse sportive negli Stati Uniti, sia online che non, sono ora pronte a continuare la loro rapida ascesa, sia dal punto di vista culturale che economico.

Allora perché ci è voluto così tanto tempo prima che la maggior parte degli americani (cittadini normali e politici) si avvicinasse alle scommesse sportive? In questo articolo, esploriamo la storia dell'evoluzione degli atteggiamenti nei confronti delle scommesse sportive negli Stati Uniti, toccando tutto, dalle famose cospirazioni di partite truccate alla storia selvaggia dell'espansione verso ovest dell'America.

Sommario
  1. L'attitudine al gioco d'azzardo è esistita sin dai pellegrini
    1. La grande depressione riportò il gioco d'azzardo nella vita americana
  2. Perché il gioco d'azzardo era consentito, ma le scommesse sportive no?
    1. Perché questi scandali sono stati così dannosi?
    2. Gli interessi speciali ostacolano le scommesse sportive legali
  3. Gli atteggiamenti americani nei confronti del gioco stanno cambiando
  4. Perché ci è voluto così tanto tempo?
  5. Il divieto di scommesse sportive è stato revocato nel 2018
  6. Le scommesse sportive non sono mai state così popolari negli Stati Uniti

L'attitudine al gioco d'azzardo è esistita sin dai pellegrini

Per una nazione costruita attorno a una costituzione che privilegia la libertà individuale sopra ogni altra cosa, gli Stati Uniti hanno impiegato un tempo sorprendentemente lungo per avvicinarsi alle scommesse sportive e al gioco d'azzardo.

TOP CASINO

BookmakerBonusQuotaSito Web
22BetRicevi un ottimo bonus di benvenuto del 100% fino a 122€.5X, quota 1.4Visita
20BetRicevi il 100 % del primo deposito, fino a un totale di 120 euro.5X, quota 1.4Visita
PowBetRicevi il 100 % del primo deposito, fino a un totale di 120 euro.5X, quota 1.4Visita
Sportaza
Dà il 50% del primo deposito, fino ad un totale di 200€.X8, quota 1.8Visita

Mentre le lotterie erano legali e una componente integrante dell'America coloniale, nel 1630, la colonia della baia del Massachusetts criminalizzò semplicemente possesso sia di dadi che di carte. Gran parte dell'ostilità diretta al gioco d'azzardo in quest'epoca era il risultato dei valori cristiani conservatori che dominavano le prime colonie americane. I pellegrini puritani hanno tenuto fermamente posizioni contro il gioco d'azzardo e la loro posizione sui giochi d'azzardo alla fine è diventata una norma sociale.

Durante il selvaggio West era del 1800, come metodo per reprimere la frontiera occidentale senza legge e indisciplinata, le folle a volte adottarono misure estreme, ingiuste e violente per far rispettare l'ordine sociale. Non era raro che gli oggetti taglienti venissero linciati da folle arrabbiate e puritane.

Come abbiamo scritto sulla nostra serie in tre parti sulla storia della legislazione sulle scommesse sportive, l'economia in crisi della fine del XVIII secolo e dell'inizio del XIX secolo ha causato la criminalizzazione di tutte le forme di gioco d'azzardo (sì, anche le lotterie).

Per saperne di più vai sui siti scommesse non aams nella lista di Farantube.

La grande depressione riportò il gioco d'azzardo nella vita americana

Per fortuna, il governo degli Stati Uniti ha realizzato i potenziali vantaggi del gioco d'azzardo legalizzato all'inizio degli anni '30. Per generare dollari delle tasse durante la Grande Depressione nel 1931, Franklin D. Roosevelt permise allo stato del Nevada di legalizzare il gioco d'azzardo. Molti stati degli Stati Uniti seguirono l'esempio e le forme legali di gioco d'azzardo iniziarono a fiorire in tutti gli Stati Uniti.

Nonostante il ruolo principale delle entrate del gioco d'azzardo nella ricostruzione economica, le scommesse sportive (eccetto le corse dei cavalli) hanno continuato a essere ampiamente stigmatizzate negli Stati Uniti.

La questione del perché le scommesse sportive abbiano mantenuto un'immagine così poco mantenuta – mentre l'atteggiamento nei confronti del gioco d'azzardo è contemporaneamente migliorato – è complessa.

Perché il gioco d'azzardo era consentito, ma le scommesse sportive no?

Gli sport occupano una parte significativa della vita culturale americana. Attualmente, il 63% degli americani si considera un appassionato di sport. Più specificamente, i fan dei quattro grandi campionati professionistici (NFL, MLB, NBA e NHL), sebbene gli sport dilettantistici e universitari stiano diventando sempre più popolari.

Chiaramente, gli americani amano i loro sport, motivo per cui così tanti americani erano in armi per alcune delle più prolifiche cospirazioni di scommesse sportive che si siano mai verificate. Ci sono state un sacco di cospirazioni importanti sulle scommesse sportive nel 20 ° secolo, ma i casi più famigerati si sono verificati sul suolo americano.

Ci fu lo scandalo dei Black Sox del 1919, probabilmente la più famosa cospirazione di scommesse sportive nella storia del mondo. Lo scandalo del City College di New York del 1950 fece ondate in tutta la nazione. Uno dei gangster più famosi della storia americana, Henry Hill (la base del film canonico di Martin Scorsese, Bravi ragazzi) ha sconfitto una delle principali mafie d'America coinvolgendo se stesso e i suoi compagni membri della mafia nello scandalo del 1978 del Boston College.

Perché questi scandali sono stati così dannosi?

Agli occhi del pubblico americano, questi scandali nazionali sono serviti a consolidare un'associazione con la mafia e le scommesse sportive. In quanto tali, molti credevano che le scommesse sugli sport li avrebbero resi soggetti a corruzione, manipolazione e frode.

Si pensava anche che i bookmaker sarebbero stati in grado di creare artificialmente risultati tramite incentivi finanziari (come hanno fatto in molti dei grandi scandali del 20 ° secolo).

Gli americani, specialmente quelli al governo, non avevano alcun interesse a intrattenere qualcosa che avrebbe potuto ridurre l'integrità dello sport o aiutare la mafia. La legalizzazione delle scommesse sportive è stata un fallimento totale perché non c'era alcuno schiacciante desiderio pubblico di esercitare pressioni politiche sul governo.

Con così tanti americani profondamente investiti nello sport, questi atteggiamenti negativi nei confronti delle scommesse sportive si sono diffusi a macchia d'olio sia tra la gente comune che tra i politici, e alla fine questi atteggiamenti negativi si sono solidificati in dogmi.

Le cospirazioni sulle scommesse sportive e gli scandali di partite truccate erano stati inestricabili dagli atteggiamenti americani nei confronti delle scommesse sportive. Cioè, fino a poco tempo fa.

Gli interessi speciali ostacolano le scommesse sportive legali

Potrebbe sembrare controintuitivo, ma i proprietari di casinò negli Stati Uniti hanno fatto forti pressioni per impedire che le scommesse sportive diventassero legali.

I casinò hanno sempre avuto un interesse acquisito nel controllare dove le persone scommettono. I proprietari vogliono mantenere il monopolio delle scommesse americane il più a lungo possibile. Se le scommesse sportive sono legali, questi proprietari sanno che sorgerebbe concorrenza. Anche se dovessero aprire le scommesse sportive all'interno dei loro casinò, dovrebbero fare i conti con una serie di nuovi rivali sul mercato.

Più concorrenti portano a una riduzione della loro quota di mercato, il che significa meno profitti. In quanto tali, continuano a lottare contro la crescita e la popolarità delle scommesse sportive negli Stati Uniti.

Anche prima che PAPSA venisse ribaltata, i proprietari di casinò stavano già perdendo terreno rispetto ai bookmaker offshore legali e autorizzati. Ora cercano attivamente di evitare di perdere aggiuntivo dollari a qualsiasi bookmaker americano il più a lungo possibile.

Scopri il resto sui migliori casinò online non aams nel ranking di Farantube.

Gli atteggiamenti americani nei confronti del gioco stanno cambiando

Nonostante gli atteggiamenti storicamente negativi nei confronti delle scommesse sportive, le cose stanno finalmente cambiando negli Stati Uniti. Secondo un sondaggio storico del Washington Post, lo stigma storicamente associato alle scommesse sportive sta iniziando a diminuire.

Perché ci è voluto così tanto tempo?

Nel 1919, il commissario della MLB denunciò tutte le forme di scommesse sportive e dichiarò la pratica tossica per tutti gli sport professionistici. 95 anni dopo, il commissario della NBA, Adam Silver, fece una dichiarazione pubblica a favore delle scommesse sportive. Ha prescientemente dichiarato la sua legalizzazione come “inevitabile” e in questo modo ha annullato molti dei danni alla reputazione delle scommesse sportive. Quale potrebbe essere un indicatore più evidente di quanto l'atteggiamento nei confronti delle scommesse sportive sia cambiato rispetto a quello?

Il presidente e CEO dell'American Gaming Association, Geoff Freeman, ha anche sottolineato ulteriori fattori che guidano atteggiamenti favorevoli nei confronti delle scommesse sportive, tra cui l'ascesa di Internet (e delle scommesse sportive online), l'aumento della proliferazione dei casinò a livello nazionale e la popolarità dei fantasy sport. Con la crescita dell'esposizione alle scommesse sportive, l'atteggiamento nei suoi confronti è migliorato.

Le dichiarazioni di Freeman sull'ascesa delle scommesse sportive sono particolarmente illuminanti:

“Con l'espansione del nostro settore, abbiamo dovuto affrontare molte paure, molte preoccupazioni e il tempo ha dimostrato che quelle paure e preoccupazioni erano spesso fuori luogo”.

Gli americani potrebbero essere stati inizialmente scettici sulla legalizzazione delle scommesse sportive e sulla sua visibilità all'interno della cultura sportiva, ma si stanno rapidamente rendendo conto che non c'è molto da temere. Dopotutto, la legalizzazione delle scommesse sportive serve solo a rimuoverle dalle mani di cattivi attori e criminali.

Più regolamentazione legale significa più trasparenza e più trasparenza significa maggiore integrità sia delle scommesse sportive che degli sport stessi.

Il divieto di scommesse sportive è stato revocato nel 2018

Come abbiamo accennato nella nostra introduzione, il divieto federale sulle scommesse sportive non esiste più. Sebbene la sentenza SCOTUS non fosse tecnicamente dovuta al cambiamento degli atteggiamenti americani, nessun progresso sarebbe stato compiuto senza la pressione politica dei cittadini.

Come delineamo nel nostro tracker dei futures per le scommesse sportive legalizzate a livello statale, il New Jersey ha mantenuto uno sforzo prolungato e concertato per contestare il divieto federale. Dopo numerosi tentativi falliti di ribaltare PASPA, nel 2018 hanno finalmente avuto successo.

Le scommesse sportive non sono mai state così popolari negli Stati Uniti

I cittadini possono finalmente esercitare la piena libertà individuale scommettendo sugli sport. L'accettazione e la piena legalizzazione federale potrebbero aver richiesto un paio di centinaia di anni, ma finalmente è arrivata!

Se stai cercando di scommettere sugli sport, rendilo memorabile prenotando un viaggio in una delle 8 migliori destinazioni di gioco d'azzardo nel mondo, o crea un account su uno dei siti di scommesse sportive online sicuri e legittimi che esaminiamo per piazzare scommesse in il comfort di casa tua!

admin

Reviews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per “interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell\'esperienza” e “misurazione” come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie utilizzando il pulsante “Accetta”. Chiudendo questa informativa, continui senza accettare. Ulteriori informazioni