Il sergente istruttore utilizzato nelle pubblicità di Modern Warfare 2 afferma che Activision ha parlato male di Dr Disrespect

Un sergente istruttore dell'esercito americano che ha contribuito a creare il trailer "Squad Up" di Modern Warfare 2 afferma che i dipendenti di Activision hanno parlato male di Dr Disrespect durante il loro lavoro.

Poco prima del lancio di Modern Warfare 2, Activision ha pubblicato il trailer live-action di "Squad Up" con celebrità come Lil Baby e Nicki Minaj. Durante la clip di 90 secondi, si vedono molte personalità famose cantare insieme allo stesso tema, un tema che è stato in gran parte creato da un sergente istruttore statunitense che trasmette in streaming sotto il nome di "DS_DePalo".

Durante una delle sue più recenti trasmissioni su Twitch, il Drill Sergeant ha raccontato la propria esperienza con Activision, non solo nell'aiutare a "dirigere" il video di Squad Up, ma anche nei festeggiamenti che sono seguiti con l'evento CoD NEXT. Uno spettacolo globale che ha caratterizzato i migliori creatori di contenuti CoD, ad eccezione della notevole omissione di Dr Disrespect.

"L'ultimo giorno che sono stato a Los Angeles, mi hanno portato a Santa Monica per l'evento CoD NEXT dove avevano tutti gli streamer in un magazzino che giocavano", ha detto su Twitch. “Nickmercs era lì, Ninja era lì, Nadia era lì, c'erano tutti gli streamer famosi. Ero lì con la mia uniforme, stavo conducendo in una cadenza, hanno registrato un sacco di cose lì.

Dopo che il suo lavoro era terminato, un dipendente di Activision si sarebbe avvicinato e gli avrebbe chiesto se c'era qualcuno in particolare che gli sarebbe piaciuto incontrare all'evento. Avendo appena preso confidenza con il mondo dello streaming, mi sono venute in mente solo una manciata di star. Artisti del calibro di Ninja e NICKMERCS erano in cima alla sua lista, ma era Dr Disrespect il "primo nome fuori [of his] bocca."

Immediatamente, il rappresentante di Activision lo ha chiuso. "No, non è qui", avrebbe risposto. «Non l'abbiamo invitato noi. Tutto quello che fa è parlare male dei nostri giochi.

Deluso dalla notizia, il sergente istruttore ha risposto al fuoco. "Il ragazzo non è qui per difendersi, quindi non parliamo di merda su di lui."

A quel tempo, la presenza di Doc era un importante punto di discussione nella comunità di CoD. Non essendo stato invitato all'evento, lo streamer di YouTube ha risposto alla notizia in maniera accorata. A settembre, il dottor Disrespect ha affermato di "parlare di merda di CoD" solo perché gli importa del franchise.

“Quando sono seduto lì e sto facendo a pezzi Call of Duty, li sto facendo a pezzi... È perché amo Call of Duty e voglio che sia il migliore. Molte persone non lo capiscono. Una di quelle persone ora sembra essere l'impiegato di Activision, poiché i precedenti commenti di Doc avrebbero potuto essere una risposta diretta a coloro che hanno respinto il suo invito.

Fortunatamente per il Drill Sergeant, tuttavia, ha comunque sfruttato al massimo l'evento CoD NEXT e si è divertito moltissimo a incontrare sia Ninja che NICKMERCS. Dopo aver appreso che aveva un figlio a casa, Nick gli ha persino consegnato il suo zaino CoD NEXT personalizzato, unico nel suo genere, con un'etichetta NICKMERCS sopra.

“Entrambi quei ragazzi erano super gentili. Ma vorrei poter incontrare il dottor Disrespect. È uno dei pochi ragazzi che guardo davvero.

Data l'assenza di Doc dal più recente evento creatore di Warzone 2, non sembra che questo ponte sia stato riparato con Activision. Solo il tempo dirà se è mai stato invitato di nuovo alle loro celebrazioni CoD andando avanti.

Se vuoi conoscere altri articoli simili a Il sergente istruttore utilizzato nelle pubblicità di Modern Warfare 2 afferma che Activision ha parlato male di Dr Disrespect è possibile visitare la categoria Call of Duty. Questo articolo è stato aggiornato nel 2023.

Farantube

Ciao sono Marta, content manager di Farantube, mi dedico alla ricerca di redattori qualificati per pubblicare il loro lavoro su Farantube.com. Speriamo che vi piaccia tutto il contenuto pubblicato.

Altre notizie:

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per “interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell\'esperienza” e “misurazione” come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie utilizzando il pulsante “Accetta”. Chiudendo questa informativa, continui senza accettare. Più informazioni