Nicolai ‘HUNDEN⁠’ Petersen ha apparentemente fornito la prova della sua affermazione di cui i giocatori di Heroic erano a conoscenza e hanno accettato il bug spettatore di CS:GO.

HUNDEN è stato uno dei 37 allenatori CS:GO che sono stati banditi l’anno scorso per aver utilizzato il bug spettatore, di cui ha ammesso di aver abusato, ma all’insaputa di Heroic.

Tuttavia, questa affermazione è stata modificata alla fine di agosto 2021.

Dopo essere stato licenziato da Heroic per aver divulgato informazioni a un concorrente, HUNDEN ha fatto marcia indietro, rivelando in un’intervista con il sito danese TV 2 che “alcuni giocatori” di Heroic erano a conoscenza del fatto che lui avesse abusato del bug.

HUNDEN rivela la prova che la squadra eroica sapeva che stava usando il bug dell'allenatore CSGO

Le prove fornite da TV 2 includono una conversazione tra Nikolaj ‘niko’ Kristensen e HUNDEN, in cui niko apparentemente ammette di conoscere il bug.

Il presunto frammento di una conversazione inclusa nell’articolo tra i due è stato condiviso anche con Dexerto come parte di un documento più ampio, e come tale possiamo confermare che le citazioni utilizzate da TV 2 sono incluse anche lì:

nessuno: – “Tutti nella nostra squadra lo sapevano.”

Nicolai ‘HUNDEN’ Petersen: “Si si.”

Nikolaj ‘niko’ Kristensen: “Forse non nella prima partita, ma dopo. Lo sapevano tutti».

rilascio eroico hundenDreamHackHUNDEN afferma di non essere stato l’unico a conoscere il bug dello spettatore.

Secondo TV 2, questa è solo una parte di “un dialogo più lungo tra le due persone” di cui il sito è stato in grado di approfondire. HUNDEN ha anche detto al sito che venerdì sera (3 settembre) aveva presentato la documentazione all’ESIC.

Il sito ha continuato dicendo di aver presentato queste informazioni a niko, ora nel roster OG, che ha affermato di non aver commentato la questione.

Tuttavia, in una risposta scritta al CEO di TV 2 Heroic, Joachim Haraldsen, ha confutato l’affermazione che HUNDEN aveva presentato qualcosa all’ESIC e ha detto a TV 2 che ne aveva “basta” delle accuse degli ex allenatori.

“Onestamente ne ho abbastanza degli attacchi di HUNDEN a tutti i ragazzi che ha allenato. Penso che dovrebbe crescere e assumersi la responsabilità di ciò che ha fatto”, ha affermato Haraldsen in una risposta scritta. “Ha detto a TV 2 che avrebbe presentato la sua documentazione all’ESIC (Esports Integrity Commission). Finora non abbiamo visto nulla».

Joachim Haraldsen Heroic CEOSunniva Rudi/Omaken SportsJoachim Haraldsen, CEO della società madre di Heroic, ha dichiarato di essere stufo delle affermazioni di HUNDEN.

“Aiuteremo sicuramente ESIC con tutto il materiale di cui potrebbero aver bisogno da noi, ma non vogliamo più entrare in una discussione pubblica sulle accuse che ‘qualcuno’ sapeva ‘qualcosa’ quando si basa esclusivamente su frammenti isolati di informazioni senza alcun contesto ,” Lui continuò. “Questo non è il modo per dimostrare o smentire qualcosa”.

Dexerto continuerà a seguire questa storia in via di sviluppo mentre accade e man mano che verranno fuori ulteriori dettagli, quindi assicurati di controllare gli aggiornamenti man mano che accadono.