Farantube
Image default
FIFA

Il Man City punta al dominio degli eSport con FaZe Clan dopo il successo in Premier League

Il Manchester City è diventata la prima squadra in assoluto a vincere sia il titolo della Premier League che quello della FIFA Esports ePremier League durante la stagione 2020-21. In effetti, hanno vinto una ‘tripletta’ di titoli di Premier League sul campo, assicurandosi anche il campionato PL2 e U18. La cosa spaventosa è che sono solo all’inizio.

Una cosa di cui non potresti mai accusare il Manchester City è il compiacimento. Da quando lo sceicco Mansour ha assunto la proprietà di maggioranza della squadra di calcio nel 2008, è avvenuta una trasformazione in campo e persino nell’area locale di East Manchester. Basta guardare l’Etihad Stadium o l’Etihad Campus. Entrambi rappresentano i migliori impianti sportivi della categoria: un sogno assoluto per un giovane giocatore che cerca di crescere e crescere.

Da Roberto Mancini a Pep Guardiola, c’è stato un costante miglioramento degli standard. L’ex allenatore con la sciarpa ha portato molti giocatori di talento da altri paesi, con Carlos Tevez, Yaya Toure, Sergio Aguero, David Silva, solo per citarne alcuni.

Lo stile di calcio è cambiato in corrispondenza di un aumento delle aspettative, e questo è iniziato con la leadership del club. La squadra che gestisce il lato commerciale del Manchester City è determinata ad alzare il tiro, competere e, come abbiamo visto da quando Guardiola è arrivato nella massima serie inglese, sono determinati ad allineare le loro ambizioni di far crescere il Manchester City come marchio con il successo di routine nel sollevare l’argenteria. Anche con una crisi sanitaria globale e un programma congestionato, sono stati incoronati campioni della Premier League l’11 maggio – la loro terza vittoria in quattro anni e il decimo trofeo da quando il loro allenatore spagnolo ha assunto la guida.

Molti tifosi su e giù per il paese sostengono che le loro squadre di calcio non prendono sul serio le competizioni più piccole, ma non è così che funziona questa macchina vincente.

Una cosa che è stata trattenuta contro tutti i grandi acquisti e le vittorie del titolo, tuttavia, è stata la loro incapacità di utilizzare le nuove strutture di formazione giovanile per creare una stella cresciuta in casa. Sono passati cinque anni da Pep al timone e tutti parlano di un ragazzo di grande talento nella loro squadra. Il ‘Stockport Iniesta’, Phil Foden.

Man City sulle ambizioni “a lungo termine” negli eSports

Ora, nel 2021, sono sicuramente a pochi pezzi del puzzle lontano dal rivendicare una Coppa dei Campioni, e quelle ambizioni si stanno traducendo molto negli eSport. C’è un forte impegno per migliorare i giocatori. Una fame di raccogliere regolarmente trofei come metro per il loro successo. E, come ci ha detto il direttore dei media del Man City Group, Gavin Johnson, in un’intervista esclusiva, il club non innova per il gusto di innovare. C’è un piano a lungo termine su cui si sta lavorando.

Ha detto: “In tutto ciò che facciamo, vogliamo vincere, e ovviamente essendo un ambiente di eSport abbiamo la possibilità di vincere.

“Sappiamo anche che avremo delle perdite. Torni alla mentalità del club, quando senti parlare Pep [after the Champions League loss], sarà circondato da supporto, aiuto e consigli da tutta l’organizzazione ed è esattamente lo stesso negli eSport. Non vinceremo ogni volta. Shellzz ha vinto la ePremier League, ma è stato un viaggio su e giù per arrivarci. Vincerà l’anno prossimo, chi lo sa?

Man City, TwitterShellzz ha ritirato il trofeo della ePremier League davanti ai fan all’Etihad Stadium, il 23 maggio.

“Si tratta di avere una strategia a lungo termine per investire, imparare anche mentre procediamo, non aver paura di smettere di fare certe cose e iniziare a farne altre. Ma con un focus a lungo termine nel presentarsi in modo autentico e credibile nello spazio degli eSport. Lungo la strada, assicurandoci di avere una struttura in atto per aiutare personaggi come Ryan [Pessoa] e Shellzz. Se vinciamo, geniale. Se non lo facciamo, impareremo e torneremo.”

Da tifoso del Liverpool, è stato difficile vedere un rivale così grande diventare sempre più forte ogni stagione. Ma, siamo sinceri, il fatto che agli uomini di Jurgen Klopp ci siano voluti due anni interi di calcio eccezionale, forse come niente che abbiamo mai visto davanti al KOP, solo per togliere loro un titolo nazionale in questi ultimi quattro anni è spaventoso. I livelli di eccellenza che attraversano questo club, nel reclutamento, nella formazione, nello stile di gioco, nella gestione dei propri talenti e nell’innovazione non sono secondi a nessuno.

Molte operazioni calcistiche in tutto il mondo hanno ricevuto enormi somme di denaro in grandi progetti – pensa a Malaga, Arsenal, AC Milan, Tottenham per citarne alcuni negli ultimi anni – ma non tutte hanno portato a un successo duraturo sul campo. Il Manchester City, nel frattempo, è diventato un portabandiera.

Una struttura vincente

Il loro approccio agli eSport è piuttosto collaborativo. Fanno parte di un gruppo più ampio sotto l’ombrello del City Football Group, che comprende le squadre del New York City FC e del Melbourne City. I giocatori lavorano in tandem, migliorando il gioco a vicenda, e il supporto dei loro club sta davvero iniziando a dare i suoi frutti.

A marzo di quest’anno, Didychrislito ha completato una vittoria del Grande Slam eMLS dopo aver vinto la eMLS Series One, eMLS Series Two, e completandola con una vittoria della Coppa eMLS sul campione in carica – e rivale – giocatore dei New York Red Bulls George Adamou.

Didychrislito, vincitore della eMLS Cup 2021eMLS Il City Football Group sta ottenendo successo anche nella scena NA con New York City.

Tre trofei di una regione rappresentano il tipo di dominio che il Manchester City ha goduto sul campo e in questa stagione nella ePremier League, il loro giocatore Shaun ‘Shellzz’ Springette ha finalmente superato il traguardo vincendo il titolo a marzo. Dopo due estenuanti gare per 4-2 nella finale, ha affrontato Olle ‘Ollelito’ Arbin del Leeds United ai rigori e ha mantenuto la calma per consegnare il primo trofeo importante di Man City negli eSport.

Parlando con Dexerto, Shellzz ha dichiarato: “Sono entrato per la prima volta negli eSport di FIFA in FIFA 17. Ero al secondo anno di sesta forma all’epoca, quindi ho dovuto sacrificare la mia educazione per questo perché era qualcosa che volevo fare. Quindi essere finalmente in grado di definirmi un campione è qualcosa a cui tutti noi miriamo come professionisti di FIFA.

“Ci ho lavorato per molti anni e finalmente ottenerlo, è stato drammatico! Sai, i dettagli della mia carriera sono come un film – perdi, sei giù – ma è stato un finale da cenerentola”.

Mentre da tempo c’è uno stigma a lungo termine sulla salute mentale e sul condizionamento mentale nello sport, Shellzz e il suo compagno di squadra Ryan Pessoa hanno lodato la rete di supporto offerta dal loro club. Nel 2020, il centrocampista tedesco del City Ilkay Gundogan si è aperto sulle sfide del lavoro a distanza e ha sofferto la fatica mentale.

La ricerca del successo può essere stancante, in particolare data la crisi sanitaria globale degli ultimi 18 mesi e l’integrazione di un mental coach per supportare la squadra di eSports è stata enormemente vantaggiosa. Anche gli atleti e i giocatori di eSport in generale hanno uno stigma intorno a loro in relazione ai modelli di sonno, alla loro salute e alla routine. Tuttavia, con un programma di allenamento di successo e il supporto di un allenatore mentale, il Manchester City ha instillato una mentalità vincente nella sua squadra che si allinea esattamente con i principi fondamentali della squadra di calcio.

Shellzz ci ha detto: “Le persone del mio team precedente dicevano ‘Shellzz è così bravo, non so cosa sia, ma a volte si fa vivo, a volte no. L’ho sempre avuto nella mia testa, dove ho la capacità, ma sta cercando di trovare un modo per sfondare mentalmente”.

Il professionista ha ammesso che era solito partecipare ai tornei dubitando di sé stesso contro altre grandi stelle, ma da allora ha trovato un modo per superare il limite. Il mental coaching ha giocato un ruolo importante in quel successo, mostrando somiglianze tra il supporto del club sul campo di calcio e il campo virtuale.

Ha aggiunto: “Quando ho sentito che il City avrebbe preso un mental coach, ho capito che sarebbe stato qualcosa che mi avrebbe aiutato molto. Ero ansioso di iniziare. Ci lavoriamo da due anni ed è bello vederlo funzionare e dare i suoi frutti. È una di quelle cose che non ti rendi conto che ti influenzano”.

L’amico giocatore professionista del Manchester City, Ryan Pessoa, non è riuscito a vincere un trofeo in questa stagione. Tuttavia, anche lui ha sentito il vantaggio di avere un mental coach che lavora sul suo gioco.

Posso finalmente annunciare che ho firmato per @ManCity! In attesa della prossima stagione pic.twitter.com/ZK5SBmtpIq

— Ryan Pessoa (@ryanpessoa_) 19 novembre 2019

Ci ha raccontato: “Ho lottato contro giocatori che personalmente li trovavo peggio di me, non in modo irrispettoso. Ma i giocatori in cui penso di essere migliore di loro nel gioco, e i giocatori che si comportano meglio di me tendo a giocare meglio contro di loro. Sta cercando di trovare quell’equilibrio – aumentare il mio morale, fiducia, concentrazione, coerenza.

“Questo tipo di cose sono le chiavi del successo perché dico sempre che il 50% è l’abilità e il 50% è il lato mentale. Potresti essere un grande giocatore e fallire numerose volte, o essere come alcuni giocatori in cui non sono i migliori dal punto di vista del gameplay, ma la loro mentalità li mette al di sopra degli altri che stanno lottando.

La maggior parte delle squadre di ePremier League ora ha accesso a un mental coach e il suo successo traccia facili paralleli anche con le stelle della squadra di Man City. C’è un’altra caratteristica strategica delle operazioni del club, però, che li distingue: le collaborazioni.

Man City x FaZe Clan

Per gli sfegatati fan degli eSport, gli obiettivi, le vittorie e le grandi prestazioni nel gioco saranno la cosa più importante a cui prestare attenzione. Tuttavia, aumentare il pubblico delle competizioni di eSport FIFA è molto più difficile rispetto a Call of Duty League, CS:GO Majors o League of Legends’ Championships.

Assumere un formato di competizione nazionale e internazionale che replica il vero sport significa che non è originale in una certa misura, e poi c’è un’enorme responsabilità per i club nel promuovere quello che è essenzialmente uno spin-off delle loro organizzazioni. Per molti, questa non è la priorità, ma il Manchester City ha creato una storia di successo sensazionale che è molto guidata dal pubblico.

La loro partnership con FaZe Clan e i suoi creatori di contenuti, ad esempio, ha permesso al club di sfumare i confini tra calcio e gioco in un modo che nessun altro club della Premier League ha fatto prima, con una forte attenzione alle collaborazioni.

Nate Hill dei FaZe Clan indossa la nuova giacca Man City.Manchester CityMan City e FaZe hanno collaborato a settembre 2019.

Parlando di come questa partnership funzioni in entrambi i modi, Gavin Johnson ci ha detto: “Quello che vedrai è che molti dei nostri giocatori amano collaborare con loro. [FaZe Clan members] anche. Come Kevin De Bruyne – grande giocatore – Sergio Aguero – che ci lascia ora, ma grande giocatore – Aymeric Laporte, Kyle Walker. Amano giocare con quelle che vedono come superstar assolute nella formazione di FaZe e i ragazzi di FaZe ovviamente parlano del fatto che stanno giocando a Fortnite con Kevin De Bruyne.

“È solo autenticità. Hanno dimostrato nello spazio che sono un’organizzazione incredibile e fenomenale in FaZe, e siamo molto fortunati a lavorare con loro, ma speriamo di portare qualcosa in tavola con il nostro successo in campo.

“L’autenticità è una grande ragione per cui questa partnership funziona con FaZe, e abbiamo avuto alcuni grandi successi negli ultimi 18 mesi dalla partnership, ma abbiamo anche alcune cose davvero interessanti in arrivo che saremo in grado di dirtelo a tempo debito.”

L’attenzione al laser che hanno posto non solo sulla costruzione delle loro star di eSport, ma sulla creazione di contenuti di eSport con massicce collaborazioni, mostra che hanno le persone giuste nei posti giusti. Avere le proprie skin esclusive nella Fortnite FaZe City Cup questo gennaio è stato solo l’inizio, così come il trionfo della ePremier League di Shellzz.

Nel 2021, la luna blu sta sorgendo per Man City negli eSport. Fondendo insieme l’ambizione di avere successo sul campo virtuale e l’obiettivo di affermarsi come un partner credibile per la creazione di contenuti, il club di Manchester guarda a molto più lungo termine della semplice vittoria di trofei, perché la struttura che stanno mettendo in atto quasi garantisce quella.

Related posts

Conto alla rovescia FIFA 21 Team of the Week 33: tempo di rilascio, perdite FUT, previsioni TOTW

admin

Come completare Zambrotta Prime ICON SBC in FIFA 21: soluzioni e costi

admin

Previsioni FIFA 21 Future Stars Team 1: Saka, James, Fati

admin

Leave a Comment