Farantube
ad1
ad1
Image default
Finanze

Differenze tra fondi comuni di investimento ed ETF

Esistono differenze fondamentali tra i fondi comuni di investimento e gli ETF che gli investitori devono conoscere prima di scegliere quale sia il migliore per i loro obiettivi finanziari. Ogni tipo di fondo ha i suoi vantaggi e svantaggi. Forse la cosa più importante, e se usati correttamente, i fondi comuni di investimento e gli ETF possono essere usati insieme per costruire un portafoglio diversificato.

Somiglianze di fondi comuni di investimento ed ETF

Gli investitori che intendono acquistare qualsiasi tipo di fondo possono anche cercare informazioni sulle differenze tra fondi comuni di investimento e fondi negoziati in borsa (ETF). Ma prima di esaminare le differenze tra i due tipi di fondi, ci sono alcune somiglianze chiave che è utile conoscere.

Ecco come i fondi comuni di investimento e gli ETF sono simili:

  • I fondi comuni di investimento e gli ETF sono investimenti diversificati: Sia i fondi comuni di investimento che gli ETF consentono agli investitori di acquistare un paniere di titoli all’interno di un titolo di investimento. Entrambi investono tipicamente all’interno di un obiettivo dichiarato o implicito, come crescita, valore o reddito, e solitamente investono in una determinata categoria di azioni o obbligazioni, come azioni a grande capitalizzazione, azioni estere o obbligazioni a medio termine.
  • Gli ETF sono simili ai fondi comuni di investimento indicizzati: Gli ETF sono gestiti passivamente, il che li rende più simili ai fondi comuni di investimento indicizzati. All’interno di questa somiglianza, sia il fondo indicizzato che l’ETF rispecchieranno la performance di un indice sottostante, come l’S & P 500; entrambi hanno rapporti di spesa estremamente bassi rispetto ai fondi gestiti attivamente, ed entrambi possono essere tipi di investimento prudenti per la diversificazione e la costruzione del portafoglio.

Differenze tra fondi comuni di investimento ed ETF

Ci sono molte differenze tra fondi comuni di investimento ed ETF che è importante sapere prima di scegliere quale sia il migliore per il tuo obiettivo di investimento.

Ecco le principali differenze tra fondi comuni di investimento ed ETF:

  • Fondi comuni di investimento vs ETF tempistica di regolamento del commercio: I fondi comuni di investimento vengono scambiati alla fine della giornata, mentre gli ETF vengono scambiati durante la giornata. Ad esempio, supponiamo che tu voglia acquistare o vendere un fondo comune di investimento. Il prezzo al quale compri o vendi non è realmente un prezzo; è il valore patrimoniale netto, o NAV, dei titoli sottostanti; e farai trading al NAV del fondo a fine della giornata di negoziazione. Al contrario, gli ETF scambiano azioni intra-day simili. Questo può essere un vantaggio se sei in grado di sfruttare i movimenti di prezzo che si verificano durante il giorno. In alcuni giorni il mercato può salire o scendere fino all’1% o più. Ciò presenta sia rischi che opportunità, a seconda della precisione nel prevedere la tendenza.
  • Possibilità di effettuare ordini di azioni con ETF: Un’altra distinzione che gli ETF hanno in relazione al loro aspetto di negoziazione di azioni è la capacità di inserire ordini di azioni (o ordini di mercato), che possono aiutare a superare alcuni dei rischi comportamentali e di prezzo del trading giornaliero. Ad esempio, con un ordine limite, l’investitore può scegliere un prezzo a cui viene eseguita un’operazione. Con un ordine stop, l’investitore può scegliere un prezzo inferiore al prezzo corrente e prevenire una perdita al di sotto del prezzo scelto. Gli investitori non hanno questo tipo di controllo flessibile con i fondi comuni di investimento.
  • Spread sugli ETF: Parte dell’aspetto negoziabile degli ETF è quello che viene chiamato “spread”, che è la differenza tra il prezzo di offerta e quello di domanda di un titolo. Tuttavia, per dirla semplicemente, il rischio più grande qui è con alcuni ETF che non sono ampiamente scambiati, dove gli spread possono essere più ampi e non favorevoli per i singoli investitori. Pertanto, cerca ETF su indici ampiamente negoziati, come SPDR S&P 500 (SPY) o iShares Core S&P 500 Index (IVV), e fai attenzione alle aree di nicchia come i fondi settoriali ristretti e i fondi nazionali.
  • Fondi comuni di investimento vs spese ETF: Gli ETF in genere hanno rapporti di spesa inferiori rispetto alla maggior parte dei fondi comuni di investimento e talvolta possono avere spese inferiori ai fondi comuni di investimento indicizzati. Questo può, in teoria, fornire un leggero vantaggio in termini di rendimento rispetto ai fondi indicizzati per l’investitore. Tuttavia, gli ETF possono avere costi di negoziazione più elevati. Ad esempio, alcune società di intermediazione addebitano commissioni per il trading di ETF. Se scambi ETF frequentemente, il costo delle commissioni potrebbe finire per superare il risparmio sul rapporto di spesa inferiore rispetto al fondo comune di investimento comparabile.
  • Gestione attiva e passiva: I fondi comuni di investimento possono essere gestiti passivamente o attivamente; considerando che sono pochissimi gli ETF a gestione attiva offerti oggi.

La linea di fondo

Dovresti usare fondi comuni di investimento o ETF? Il dibattito tra i fondi indicizzati e l’ETF non deve essere necessariamente una domanda. Se un investitore confronta un fondo comune indicizzato e un ETF che replicano entrambi lo stesso indice di riferimento, il fondo con il rapporto di spesa più basso è generalmente la scelta intelligente.

Ma per costruire un portafoglio diversificato, i fondi comuni di investimento e gli ETF possono essere complementari tra loro. Ad esempio, ad alcuni investitori piace utilizzare ETF per fondi settoriali e fondi comuni di investimento per scelte gestite attivamente. In ogni caso, assicurati che il mix sia diversificato e adatto alla tua tolleranza al rischio e ai tuoi obiettivi di investimento.

The Balance non fornisce consulenza e servizi fiscali, di investimento o finanziari. Le informazioni vengono presentate senza considerare gli obiettivi di investimento, la tolleranza al rischio o le circostanze finanziarie di uno specifico investitore e potrebbero non essere adatte a tutti gli investitori. I rendimenti passati non sono indicativi di risultati futuri. Investire comporta dei rischi inclusa la possibile perdita del capitale.

Related posts

Come approvare e scrivere assegni a più persone

admin

Come gli investitori possono trovare il prossimo Netflix

admin

Come ottenere un prestito privato con crediti inesigibili

admin

Leave a Comment