Farantube
Image default
Finanze

Notifica di aumento del tasso di interesse della carta di credito

Il tasso di interesse della tua carta di credito influenza direttamente il costo del mantenimento di un saldo sulla tua carta di credito: maggiore è il tuo tasso di interesse, maggiori saranno le tue spese finanziarie mensili. I tassi di interesse non sono fissati per sempre. Ci sono alcune situazioni in cui l’emittente della tua carta di credito può aumentare il tuo tasso di interesse e non devono sempre avvisarti in anticipo.

Avviso di aumento del tasso di interesse richiesto

Ci sono alcune situazioni in cui l’emittente di una carta di credito deve inviare una notifica anticipata di un aumento del tasso di interesse.

Le banche devono informarti di un aumento del tasso di interesse almeno 45 giorni prima che il nuovo tasso diventi effettivo. Fortunatamente, non devi accettare il tasso di interesse più alto. Durante questo periodo di 45 giorni, avrai la possibilità di rinunciare all’aumento del tasso di interesse se preferisci pagare il saldo con il tasso di interesse corrente.

La disattivazione mantiene in vigore il tuo tasso di interesse esistente, consentendoti più tempo per pagare il saldo con il tasso corrente.

Se non rispondi affatto alla notifica di aumento del tasso di interesse, l’emittente della carta di credito può applicare il nuovo tasso di interesse a qualsiasi nuovo acquisto effettuato a partire da 14 giorni dopo l’invio della notifica.

Sebbene la disattivazione mantenga in vigore il tasso della tua carta di credito esistente, l’emittente della tua carta di credito potrebbe rispondere chiudendo il tuo account.

Quando la notifica di aumento del tasso potrebbe non essere richiesta

Gli emittenti di carte di credito non devono sempre inviare un avviso di aumento del tasso di interesse prima di aumentare il tasso.

Sei diventato delinquente

Gli emittenti di carte di credito possono aumentare il tuo tasso di interesse se sei seriamente in ritardo con i pagamenti. In questo caso, l’emittente della carta non deve avvisarti di un aumento del tasso. Questi aumenti di penalità sono delineati nella stampa fine del contratto della carta di credito. Ad esempio, se si è in ritardo di almeno 60 giorni sul pagamento con carta di credito, l’emittente della carta potrebbe aumentare il tasso di interesse senza inviare un avviso di aumento del tasso di interesse o darti la possibilità di rinunciare.

Se il tuo tasso di interesse aumenta a causa di una insolvenza di 60 giorni, il tuo tasso potrebbe aumentare senza preavviso anche su altri conti di carte di credito che hai aperto con lo stesso emittente della carta di credito.

La tua tariffa promozionale è scaduta

Se stai usufruendo di un tasso di interesse promozionale, sta a te stare al passo con i mesi fino al termine della promozione. L’emittente della carta di credito non è tenuta a notificarti quando la tariffa promozionale è terminata e la tariffa normale entra in vigore. Potresti essere colto alla sprovvista se non stai prestando attenzione.

Il tasso di riferimento è aumentato

Molte carte di credito hanno un tasso di interesse variabile legato a un tasso sottostante, come il prime rate, noto anche come tasso di indice. Se il tasso di indice aumenta, potrebbe aumentare anche il TAEG della carta di credito L’emittente della carta di credito non deve inviare un preavviso prima di aumentare il tasso in questa circostanza; il contratto della carta di credito indicherà a quale tasso è legato il TAEG e come risponde alle variazioni del tasso di indice.

Fai attenzione alle modifiche al tasso di interesse della tua carta di credito ogni volta che la Fed apporta modifiche ai tassi di interesse. Gli aumenti al tasso dei fondi federali segnalano un aumento dei tassi della tua carta di credito, il che significa che dovresti frenare la spesa o dare la priorità al pagamento dell’intero saldo per ridurre il costo degli interessi.

Gestire aumenti sleali dei tassi di interesse

Contatta l’emittente della carta di credito in merito a un aumento inspiegabile del tuo tasso di interesse. Saranno in grado di spiegare perché il tuo tasso di interesse è stato aumentato. Se l’aumento del tasso è stato un errore, potresti essere in grado di ripristinare il tuo vecchio tasso di interesse. Tieni presente che dopo che il tuo account è stato aperto per un anno, l’emittente della tua carta di credito non deve spiegare perché il tuo tasso di interesse è aumentato, ma deve dare preavviso.

Puoi presentare un reclamo al Consumer Financial Protection Bureau se ritieni che il tasso di interesse della tua carta di credito sia stato aumentato per errore o che l’emittente della carta di credito abbia aumentato il tuo tasso senza dare il dovuto preavviso.

Related posts

Il servizio bancario postale potrebbe salvare l’ufficio postale?

admin

Definizione, pro, contro, esempi, paesi

admin

Pericoli nascosti che affrontano i commercianti del nuovo giorno

admin

Leave a Comment