Farantube
Image default
Guida Animali

Come prendersi cura di un cane randagio

Pensando a adotta un cane Cartina stradale? Se questa è la tua situazione, tieni presente che, a causa delle condizioni in cui l’animale è vissuto e cresciuto, le cure di cui ha bisogno e il modo in cui interagisce con te saranno diverse da quelle di un cane allevato in un ambiente controllato. In questo articolo di Farantube ti scopriremo come prendersi cura di un cane randagio dandoti una serie di consigli che ti aiuteranno a rendere l’integrazione dell’animale nella tua vita il più semplice possibile.

Potrebbe interessarti anche: Come prendermi cura delle zampe del mio cane Passaggi da seguire: 1

Prima di decidere adotta un cane randagioÈ importante sapere che la sua origine può avere diverse tipologie, dal momento che non è la stessa cosa avere a che fare con un cane abbandonato che con uno che ha sempre vissuto per strada, ad esempio. Di seguito scopriamo il situazioni in cui si trova l’animale che vive per strada:

  • cane smarrito: noterai che un cane si è perso perché lo noterai nervoso, che va in giro senza sapere molto bene dove andare. Di solito non annusano i luoghi in cui camminano e li noterai ansiosi.
  • cane abbandonato: nel suo atteggiamento percepirai anche una tendenza nervosa e un po’ paurosa. L’animale cercherà di tornare a casa anche se non trova il modo di farlo. Se l’abbandono è avvenuto da poco, il suo modo di relazionarsi sarà molto simile a quello di un cane smarrito ma se è stato per strada più a lungo noterete come il suo atteggiamento nei confronti delle persone sia molto affettuoso (a meno che non abbia ricevuto qualche abuso). In questo articolo ti diciamo come adottare un cane abbandonato.
  • Cane di strada: gli animali che hanno sempre vissuto per strada, la maggior parte, sono generalmente un misto di razze diverse. È molto difficile (quasi impossibile) trovare un cane di razza randagio, se lo trovi per strada è molto probabile che sia dovuto a due delle opzioni sopra descritte. Il l’atteggiamento di questi cani è più diffidente rispetto agli umani e per la maggior parte del tempo annuserà il cibo.

Come prendersi cura di un cane randagio - Passaggio 1

Due

Nel momento in cui incontrerai un cane randagio dovrai farlo avvicinarsi a lui e con molta cura affinché l’animale non scappi o, peggio, finisca per avere un atteggiamento aggressivo con te. Catturare questi tipi di animali per portarli a casa o dal veterinario non è un compito facile, quindi ti offriamo una serie di suggerimenti che renderanno l’approccio facile:

  • Avvicinati lentamente lui che osserva ogni mossa di risposta. Il più comune è che inizia a tremare, ringhiare o mettere la coda tra le gambe. Questi segni sono normali poiché l’animale non ti conosce affatto e non conosce le tue intenzioni. Quindi vai piano lascia che ti annusi e rispetta il loro spazio.
  • In modo da catturare un cane randagio puoi seguirla tecnica della coperta. Tieni presente che questi animali non sono abituati al contatto umano, quindi la loro reazione può essere aggressiva, quindi fai molta attenzione. Il metodo consiste nel gettare una coperta sul cane per coprirgli gli occhi, in questo modo non si sentirà minacciato e si sentirà più tranquillo. Puoi anche provare ad avvicinarti a lui con cibo in modo che sappia che sei un amico.
  • Soprattutto mentre ti avvicini a lui non guardarlo dritto negli occhi perché, per gli animali, questo sguardo è di sfida e autorità. Se puoi, dagli qualcosa da bere e/o da mangiare in modo che inizi a fidarsi di te.

Come prendersi cura di un cane randagio - Passaggio 2

3

Una volta che sei riuscito a catturare il cane devi prenderlo, subito, da un veterinario perché gli animali randagi sono esposti a malattie e cattive condizioni igieniche che mettono a rischio la salute dell’animale e anche la vostra. Il malattie più comuni dei cani che abitano per strada sono i seguenti:

  • Scabbia: È una malattia dermatologica trasmessa dall’acaro della scabbia e che può essere facilmente trasmessa all’uomo. Noterai che l’animale ha questa condizione perché vedrai croste e ferite sulla sua pelle e si gratterà continuamente.
  • Cimurro: Non è una malattia contagiosa per le persone ma è molto pericolosa per gli animali poiché, una volta che l’hanno, non esiste una cura per curarla. La modalità di contagio è tra i cani e alcuni degli effetti che provoca sono la comparsa di febbre, problemi respiratori, eruzioni cutanee e così via. In questo articolo ti diciamo come sapere se il tuo cane ha il cimurro.
  • Zecche e pulci: sono parassiti comuni che vivono tra il pelo degli animali e, non essendo prevenuti nei loro confronti, è molto probabile che li abbiano. Per questo motivo (e per evitare un’infestazione da pulci in casa) è fondamentale portarlo dal veterinario per sverminarlo e proteggerlo.

Come prendersi cura di un cane randagio - Passaggio 3

4

Oltre a fare un controllo sanitario, dobbiamo anche portare l’animale dal veterinario in modo che controlla se hai qualche chip implementato al suo interno, poi, nel caso si tratti di un animale smarrito, quello che dobbiamo fare è accertarci di chi sia il suo proprietario e restituirlo alla famiglia. Se non ha alcun chip o targhetta identificativa, quindi, puoi introdurlo nella tua casa ma anche seguendo parametri specifici affinché la convivenza sia la migliore possibile.

5

In modo da prendersi cura di un cane randagio dovrai tenere presente, innanzitutto, che non è abituato a vivere in ambienti chiusi né a seguire regole di comportamento; Inoltre, di solito non entrava in contatto con le persone, e ancor meno condivideva il suo territorio.

Pertanto, la prima cosa che devi fare non appena entri questo tipo di animale nella tua casa è che stabilire una zona della casa in modo che sia tranquilla, da solo e adattarsi al suo nuovo ambiente. Equipaggialo con tutto il necessario affinché il cane si senta a suo agio: acqua, cibo, un letto o una coperta, e così via. Non chiuderlo a chiave perché potrebbe stressarsi e sentirsi insicuro, ma lascialo lì in modo che sia tranquillo per un po’.

Noterai che, i primi giorni, il cane difficilmente lascerà il suo territorio e non dovresti invaderlo costantemente perché deve adattarsi. Il rapporto tra voi non va forzato perché a poco a poco apparirà e l’animale comincerà a manifestare il suo affetto.

Come prendersi cura di un cane randagio - Passaggio 5

6

Quando lo porti a fare una passeggiata, prova portarti in posti dove non ci sono molti animali in modo da non arrabbiarti o innervosirti; Tieni presente che, come regola generale, i cani randagi tendono ad essere un po’ più aggressivi nei confronti degli animali perché hanno dovuto lottare per il cibo. Quindi, durante questo periodo di adattamento, è meglio portarlo in zone tranquille e giocarci, così inizierai a stabilire i legami di unione e, a poco a poco, il cane comincerà a vederti come la sua famiglia.

Se vuoi leggere più articoli simili a Come prendersi cura di un cane randagio, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Animali domestici.

Related posts

Quali sono i sintomi del raffreddore nei cani

admin

Come dire a mio figlio che il suo animale domestico è morto

admin

Come trattare l’indigestione nei cani

admin

Leave a Comment