Farantube
Image default
Guida Animali

Coniglio olandese: caratteristiche e cure

Il coniglio olandese, noto anche come coniglio olandese, Hollander o Brabander, È un animale domestico di aspetto adorabile e di piccole dimensioni, essendo anche la sua versione in miniatura (coniglio nano olandese) una di quelle popolari. Questo piccolo mammifero è un’ottima compagnia per chi desidera avere un animale domestico docile e affettuoso, oltre che di facile accudimento.

Se stai pensando di acquisire o adottare uno di questi adorabili animali, è importante che tu sappia, oltre alle loro caratteristiche morfologiche, di quali cure hanno bisogno e di quali cose devi tenere conto per dare loro un’ottima qualità di vita. In unHOWTO ti diremo tutto quello che devi sapere su le caratteristiche e la cura del coniglio olandese.

Potrebbe interessarti anche: Come capire se un coniglio è un nano Indice

  1. Com’è il coniglio nano olandese: caratteristiche
  2. Come prendersi cura del proprio coniglio nano olandese?
  3. Come preparare la gabbia per un coniglio
  4. Altre razze di conigli nani

Com’è il coniglio nano olandese: caratteristiche

Il coniglio nano olandese si caratterizza, oltre che per le sue dimensioni, Più piccolo rispetto a quello di qualsiasi coniglio comune, ha un mantello molto caratteristico. Ed è che ha una striscia, solitamente bianca, che divide il suo corpo in due parti.

Ccaratteristiche fisiche del coniglio nano olandese

  • Il loro colore del mantello è solitamente nero, marrone cioccolato e persino grigio cenere.
  • Il suo periodo di vita, prestandogli cure adeguate, può variare tra gli 8 ei 10 anni di vita.
  • Il suo peso raggiunge un minimo di 1,5 chilogrammi e un massimo di 2 chili.
  • Le loro orecchie a punta sono piccole rispetto ad altre razze simili.
  • I suoi occhi sporgenti gli danno un tocco espressivo e peculiare.

Per saperne di più sui tratti fisici di questi piccoli mammiferi, ti consigliamo questo altro articolo di unHOWTO su Come capire se un coniglio è nano.

Carattere del coniglio olandese nano o del coniglio olandese

  • Un carattere affabile e molto affettuoso oltre che calmo. Nel caso delle femmine, sono più indipendenti, necessitando, a volte, di un proprio spazio. I maschi, al contrario, sono molto più socievoli e cercano sempre il contatto umano.
  • Un’intelligenza che permette loro di imparare piccoli trucchi. Con caramelle o premi per conigli nani e, con un po’ di pazienza, potrai insegnargli piccoli trucchetti come, ad esempio: sdraiati, vieni quando lo chiami o, ancora, lasciagli indossare una pettorina speciale per andare a una passeggiata.

Coniglio olandese: caratteristiche e cure - Com'è il coniglio nano olandese: caratteristiche

Come prendersi cura del proprio coniglio nano olandese?

Prendersi cura di un coniglio olandese è facile e non ci vorrà troppo tempo. Se stai pensando di acquistarne o adottarne uno come animale domestico per un bambino, è importante che prima di tutto insegni loro che un animale domestico o da compagnia è un essere vivente che dipenderà da noi e mai un giocattolo. E che, come tale, dovrebbe essere trattato con amore e cura. Per prendersi cura adeguatamente di un coniglio olandese nano dovrai seguire le seguenti linee guida:

Alimentazione del coniglio olandese

  • Mettere sempre a disposizione una buona quantità di fieno. Il fieno è un elemento essenziale nella dieta dei conigli olandesi in quanto li aiuta a digerire ed evitare i boli di pelo indesiderati. A volte questi animali smettono di mangiare questo cibo e questo è un segno che deve essere presente, poiché fa parte della loro base alimentare. Qui spieghiamo perché un coniglio non mangia il fieno.
  • Fornire acqua fresca durante il giorno per prevenire la disidratazione. Dovresti sempre avere dell’acqua fresca e pulita a portata di mano.
  • Offrigli un mangime secco che, oltre ai cereali, contenga piante selvatiche, verdure disidratate, fiori e, naturalmente, vitamine. Questi mangimi devono essere acquistati nei negozi specializzati nella cura degli animali, poiché sono formulati per soddisfare le reali esigenze di ogni specie.
  • Include un tipo di verdura succosa, cioè contiene un po’ d’acqua ma ha molte fibre. Le carote sono una delizia eccellente.
  • Evitate di dare cibi come la lattuga in eccesso, un po’ di tanto in tanto va bene ma non dovrebbe far parte della loro dieta di base, a meno che non gli offriate qualcosa di secco o disidratato. Il problema con gli alimenti che contengono molta acqua è che i piccoli mammiferi, come i conigli, possono mangiarli e ingerire troppa acqua in una volta, il che porta facilmente alla diarrea. In questi animali la diarrea è pericolosa perché essendo così piccoli si disidratano in poco tempo. Se questo accade al tuo piccolo peloso, ti consigliamo di andare dal veterinario il prima possibile e saperne di più qui su Cosa fare se il mio coniglio ha la diarrea.
  • Non dare mai avanzi o avanzi del nostro cibo in quanto ciò potrebbe influenzare negativamente la tua salute.
  • Non dare mai piante selvatiche che non conosci bene o altri alimenti di cui non conosci l’origine. Se vuoi offrire fiori o radici dal campo, assicurati che non siano contaminati da qualche tipo di pesticida o altro prodotto dannoso.

Qui puoi imparare di più su come nutrire un coniglio domestico.

Prendersi cura di peli e denti di coniglio

  • Spazzolagli i capelli, con un’apposita spazzola, almeno una volta alla settimana e, soprattutto durante il cambio di pelo (in autunno e primavera). Li aiuterai a evitare i nodi e ad ingerire i peli in eccesso che possono formare palline nello stomaco.
  • Assicurati che gli incisivi e le unghie non siano eccessivamente lunghi. In tal caso, si consiglia di portare l’animale dal veterinario per l’esame e la cura adeguata.
  • Fornisci materiali naturali su cui rosicchiare. Nei negozi di animali troverai giocattoli da rosicchiare realizzati con ingredienti naturali e adatti al 100%, che ti aiuteranno a limare i denti, impedendo loro di crescere più del necessario. Inoltre, ti consigliamo di saperne di più su Come prendersi cura dei denti di coniglio con questo altro post di unHOWTO.

Coniglio olandese: caratteristiche e cure - Come prendersi cura del coniglio nano olandese

Come preparare la gabbia per un coniglio

Questi sono alcuni consigli per preparare la gabbia, recinto o casa per un coniglio olandese:

  • Se hai intenzione di tenerlo in una gabbia, devi tener conto delle sue dimensioni. L’ideale sarebbe avere una casa o un recinto condizionato per i conigli, con passerelle e ponti in modo che possano correre e giocare ma se, per problemi di spazio, non hai tale possibilità, tieni presente che le misure del la gabbia che ospita i tuoi piccoli animali domestici deve essere lunga almeno 90 cm per larga 50 e alta.
  • Dovresti farlo uscire dalla gabbia più volte al giorno, in modo che possa allungarsi e correre a suo piacimento. tuttavia, dovrebbe sempre esserci qualcuno che veglia su di esso per evitare che raggiunga e mastichi i cavi. Tieni presente che tenere un animale così 24 ore al giorno e tutti i giorni in una gabbia è del tutto inappropriato e lo farà soffrire inutilmente, devi avere empatia e metterti al loro posto.
  • Coprire il pavimento della gabbia con materiali idonei, trucioli, pellet, paglia, … Mai con giornali o altri materiali che contengano elementi artificiali o tossici per l’animale.
  • In un angolo della gabbia, puoi mettere un vassoio speciale per soddisfare le sue esigenze, anche se se non lo metti, lo farà anche sul substrato in una zona lontana dalla zona in cui dorme e ha cibo. Per questo motivo consigliamo di mettere da parte il suo letto o nido e il suo cibo e acqua e lasciare il resto dello spazio per muoversi e, in uno degli angoli opposti, fare i suoi bisogni.
  • Tieni la gabbia o la casa del tuo animale domestico, sempre, in un luogo lontano dalla luce solare diretta o da qualsiasi fonte di calore, nonché da correnti d’aria o umidità eccessiva.
  • Cambia spesso il letto della gabbia. La confezione di tali prodotti di solito indica la frequenza con cui devono essere rinnovati.
  • Pulisci accuratamente la gabbia ogni mese con prodotti non nocivi (saponi naturali, aceto, …).

Spieghiamo di più su come scegliere e preparare una gabbia per conigli in questo altro articolo.

Altre razze di conigli nani

Oltre al coniglio nano olandese, ci sono altre razze di conigli nani o piccoli, ugualmente adorabili e ideali come animali domestici. Tra i più conosciuti e desiderati da tutti ci sono:

  • Coniglio d’angora inglese: il suo pelo lungo e folto lo rende il preferito da chi ama gli animali pelosi. Naturalmente, devi tenere a mente che sarà necessaria una maggiore cura per quanto riguarda la spazzolatura e la dieta per evitare che i capelli diventino un problema indigesto.
  • Coniglio nano del bacino della Columbia: quando raggiunge l’età adulta, questo piccolo esemplare non supera il chilo e mezzo.
  • Britannia Piccola: La Britannia Petite ha una certa somiglianza con le lepri, anche se di taglia molto più piccola.
  • Mini giro: Con un peso massimo di 2 chili, il Mini lop è caratterizzato da divertenti orecchie che pendono da entrambi i lati della testa.
  • Testa di leone: Il Lionhead è una delle razze più particolari di conigli nani. La sua curiosa criniera, intorno alla sua testa, lo rende un buffo leoncino.
  • Hotot nano: L’Hotot è preferito da molti per la sua bella e morbida pelliccia bianca e per quella macchia, intorno all’occhio, che gli conferisce un aspetto molto particolare.

Come puoi vedere, sono molte le razze di conigli nani che, oggi, si possono trovare. Prima di sceglierne uno, è importante che tu tenga conto del tempo e delle attenzioni che puoi dedicargli. Ricorda che, come abbiamo accennato nella sezione precedente, un animale domestico è prima di tutto un essere vivente e come tale deve essere rispettato e curato.

Coniglio olandese: caratteristiche e cure - Altre razze di conigli nani

Se vuoi leggere più articoli simili a Coniglio olandese: caratteristiche e cure, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Animali domestici.

Related posts

I cani hanno sentimenti?

admin

Puntura di scorpione nei cani: sintomi e trattamento

admin

Come rimuovere i nodi dal pelo del mio cane: i migliori consigli

admin

Leave a Comment