Farantube
Image default
Guida Animali

Ogni quanto tagliare le unghie al gatto

Tagliare le unghie al gatto È un processo senza dubbio non semplice, ma che è necessario eseguire se vogliamo che l’animale non prenda i nostri mobili o oggetti personali come il suo tiragraffi, distruggendoli. Inoltre, in questo modo riduciamo anche la possibilità che il gatto possa graffiarci durante il gioco, contribuendo così alla nostra stessa sicurezza. Ma una domanda comune tra i proprietari di questo animale domestico è ogni quanto tagliare le unghie del gatto, una domanda a cui rispondiamo su Farantube.com.

Potrebbe interessarti anche: Come tagliare le unghie di un gatto Indice

  1. Abituare il gatto a questa procedura
  2. Aspetti che influenzano il taglio delle unghie
  3. Ogni quanto tagliare le unghie al gatto
  4. Consigli e suggerimenti

Abituare il gatto a questa procedura

Alcuni proprietari di gatti dichiarano che è impossibile per loro tagliare le unghie del loro animale domestico perché l’animale non lo consente. Questo accade perché non abbiamo fatto diventare questa procedura un’abitudine per il gatto da quando era un cucciolo, quindi dopo un certo tempo l’animale resisterà.

Il primi tre mesi di vita del gatto sono considerati come suoi fase di socializzazione, così tutto ciò che gli insegni durante quei mesi può essere appreso facilmente. È durante questo periodo che si consiglia di incorporare l’abitudine di tagliare le unghie, poiché se lo fai in seguito è molto probabile che l’animale resista.

Aspetti che influenzano il taglio delle unghie

Ci sono alcuni aspetti che possono determinare la frequenza con cui sarà necessario tagliare le unghie al gatto, tra questi spiccano:

  • Se l’animale ha dei tiragraffi fatti in casa per poter rinforzare le sue unghie e ridurre la possibilità di graffiare mobili o altre superfici.
  • Se il gatto è completamente domestico o se esce all’aperto, camminando su superfici come il cemento, ad esempio.

Se l’animale è completamente domestico e inoltre non ha graffi in casa, dovresti tagliargli le unghie con una frequenza approssimativa di una volta a settimana, quindi è meglio incorporare alcuni graffi nella tua casa per ridurre questa periodicità e calmare la necessità dell’animale di segnare il suo territorio con le sue unghie.

Ogni quanto tagliare le unghie al gatto

Se il gatto ha in casa tiragraffi con cui ridurre la lunghezza degli artigli durante il gioco, allora sarà necessario potare gli artigli ogni 15 giorni circa per evitare che, essendo molto lungo e causando disagio, l’animale decida di strappare altre superfici per poterle limare.

Se hai abituato il tuo gatto da cucciolo a questo processo, non ci vorranno più di un paio di minuti per farlo.

Consigli e suggerimenti

Tuttavia, è importante prendere in considerazione alcune raccomandazioni in modo che taglia le unghie al tuo gatto non diventi un’esperienza traumatica per te o per l’animale. Ricorda che dovresti farlo sempre con delle forbici speciali e mai con quelle che usiamo noi. Nei nostri articoli su come valutare le unghie dei gatti e come prendersene cura, troverai alcuni consigli tempestivi su questo argomento.

Se vuoi leggere più articoli simili a Ogni quanto tagliare le unghie al gatto, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Animali domestici.

Related posts

Come trattare la diarrea del mio cane

admin

Perché i gatti odiano l’acqua

admin

Come prendersi cura di un gatto cieco

admin

Leave a Comment