Goralbet (NUOVO)
★★★★★
Bonus: 100% fino a 150€
Visita
22bet
★★★★★
Bonus: 100% fino a 122€
Visita
Playzilla
★★★★★
Bonus: 100% fino a 500€
Visita

Intrighi e Indagini al Milan: Il Club è Ancora di Elliott?

Indagini al Milan… il club è ancora di Elliott?

Un pomeriggio di tensione si è abbattuto su Casa Milan, la prestigiosa sede del club rossonero, dove agenti della Guardia di Finanza hanno svolto perquisizioni meticolose. Questa operazione, denominata RedBird, mira a far luce su una situazione intricata che vede coinvolti l'attuale amministratore delegato Giorgio Furlani, il suo predecessore Ivan Gazidis, e altre figure legate a questo giallo finanziario. Al centro dell'indagine, la sospetta continuità di controllo del fondo Elliott sul Milan, nonostante la vendita ufficiale al fondo americano RedBird di Gerry Cardinale.

Sommario
  1. Indagini e Ipotesi: Il Nodo da Sciogliere
  2. Elliott si Difende: "Accuse False"

Indagini e Ipotesi: Il Nodo da Sciogliere

Le autorità investigano sull'ipotesi che Furlani e Gazidis abbiano ostacolato l'operato delle autorità di vigilanza, nascondendo i veri detentori del potere all'interno del club durante il cruciale passaggio di proprietà. La perquisizione non solo ha interessato gli uffici, ma si è estesa alle abitazioni private dei coinvolti, con sequestro di documenti e copia di dati da dispositivi elettronici. Un'operazione che getta ombre su una delle più famose società di calcio del mondo.

Elliott si Difende: "Accuse False"

Secondo la loro versione, il Milan sarebbe stato venduto in maniera trasparente a RedBird, ponendo fine a qualsiasi forma di controllo o partecipazione azionaria da parte loro. Una dichiarazione che cerca di spegnere le fiamme del sospetto ma che non ferma l'inarrestabile macchina delle indagini.

"Questa accusa è falsa". Così si esprime un portavoce di Elliott, secondo quanto riportato dall'Ansa, in risposta alle vicende che hanno portato a perquisizioni da parte della Guardia di Finanza presso la sede milanista. Prosegue la dichiarazione: "Il Milan è stato ceduto a RedBird il 31 agosto 2022. Da quella data in poi, Elliott non detiene più nessuna quota azionaria né esercita controllo alcuno sull'AC Milan"

La transazione del 2022 si è concretizzata per un importo totale di 1,2 miliardi di euro, suddivisi tra i 600 milioni di euro forniti dal fondo acquisitore guidato da Cardinale e i 560 milioni di euro derivanti dal noto prestito del venditore, fornito da Elliott, la parte cedente.

D'altra parte, le indagini portate avanti dalla Procura di Milano, coordinata dal pm Giovanni Polizzi, dipingono un quadro molto diverso. Al centro delle accuse non solo la manovra di occultamento dei veri proprietari, ma anche reati gravi come appropriazione indebita e bancarotta. Un puzzle complesso, che gli inquirenti stanno meticolosamente cercando di ricostruire, pezzo dopo pezzo.

Intrighi Internazionali e Conflitti d'Interesse

L'inchiesta ha rivelato dettagli inquietanti, come la persistente influenza del Fondo Elliott attraverso figure rimaste invariate nel board del Milan, nonché un potenziale conflitto d'interesse con il Lille, un altro club sotto l'influenza di Elliott. Questi elementi sollevano interrogativi sul rispetto delle normative UEFA e sulla trasparenza delle operazioni nel calcio internazionale.

Un altro elemento di questa intricata vicenda riguarda la condivisione dell'indirizzo in Delaware tra due società chiave nell'operazione di vendita, suggerendo possibili legami nascosti tra venditore e acquirente. Tuttavia, questo indirizzo corrisponde al Corporation Trust Center, un noto servizio di registrazione aziendale. Un dettaglio che aggiunge ulteriori sfumature a una storia già complessa.

Cosa riserverà il futuro per uno dei club più titolati e amati d'Italia? Solo il tempo potrà svelare l'esito di questa battaglia legale e finanziaria, ma una cosa è certa: il calcio, ancora una volta, si dimostra uno specchio delle dinamiche di potere che muovono il mondo.

Federica TF

Ricorda che il gioco è vietato ai minori di 18 anni e di giocare sempre e solo quello che puoi permetterti di perdere. Su questo portale sosteniamo un’idea di gioco responsabile e consapevole: divertirsi usando sempre la testa. Ricorda inoltre che utilizziamo cookies per migliorare il contenuto delle recensioni. Accetti le nostre politiche di cookies? Altre info