Skip to content

11 marzo Tendenze del primo round della follia che devi conoscere

Lascia la tua recensione
  • C’è davvero tanto caos in March Madness come i media ritraggono?
  • Quali sono i semi migliori da superare?
  • Quali scuole non possono acquistare una vittoria nel torneo NCAA?

Qualsiasi scommettitore NCAAB esperto conosce la reputazione di March Madness per sconvolgimenti, colpi di clacson e più caos di una difesa Shaka Smart sulle anfetamine. Ma c’è davvero tanto caos nel torneo come sembra, o siamo tutti caduti vittime del pregiudizio di YouTube? Anche se hai visto i momenti salienti di # 15 Lehigh che ha battuto il # 2 Duke 35 volte, è comunque successo solo una volta.

Scopri altro riguardo ai siti scommesse non aams paypal nel ranking di Farantube.

Per avere un’idea più precisa di come March Madness tende a svolgersi, evita i video e guarda alle tendenze. Di seguito sono riportate 11 delle tendenze migliori, più strane e più bancabili per i primi due round del torneo NCAA.

Contents [hide]

  • 1 1. Solo una testa di serie numero 1 ha mai perso al primo round
  • 2 2. Le teste di serie numero 1 vincono almeno due partite l’86% delle volte
  • 3 3. I semi n. 1 coprono la diffusione se è inferiore a 20 punti
  • 4 4. I semi # 7 schiacciano i semi # 10
  • 5 5. Ma i semi # 10 hanno capacità di resistenza
  • 6 6. I First-Four sono pronti per di più
  • 7 7. I semi # 9 sono meraviglie in un colpo solo
  • 8 8. Underdogs hanno coperto 26 delle ultime 44 partite tra i semi # 8 e # 9.
  • 9 9. I semi # 11 sono fenomeni del primo round
  • 10 10. La linea # 13 è il limite di parità
  • 11 11. Alcune squadre non riescono a scendere dallo schneid
  • 12 Alla ricerca di ulteriori analisi sulle tendenze della follia di marzo?

1. Solo una testa di serie numero 1 ha mai perso al primo round

Andremo alle statistiche non l’ho fatto giàsentito mille volte in breve tempo, ma ogni articolo sulle tendenze di March Madness deve iniziare qui. Nel 2018, quando la # 16 UMBC ha battuto la # 1 Virginia, è stata la prima volta che un seed # 1 ha mai perso al primo round.

Prima di allora, solo due semi # 16 avevano perso meno di un secchio: about:blank

PUNTEGGIO DI SQUADRA SQUADRA # 1 Georgetown 50-49 # 16 Princeton # 1 Oklahoma 72-71 # 16 Stato del Tennessee orientale

I semi migliori sono ora 135-1 contro i semi # 16.

2. Le teste di serie numero 1 vincono almeno due partite l’86% delle volte

Dopo aver banchettato con i semi umili n. 16, i migliori cani hanno ancora spazio per il dessert: i semi n. 1 sono 120-19 (percentuale di vittorie dell’86,3%) al secondo turno dal 1985. Questo è significativamente migliore dei semi n. 2, che sono solo 89 -43 (percentuale di vittorie del 67,4%).

3. I semi n. 1 coprono la diffusione se è inferiore a 20 punti

Dopo il torneo del 2018, la testa di serie numero 1 è 8-2 nelle ultime 10 partite contro la testa di serie numero 16 quando lo spread è inferiore a 20.

4. I semi # 7 schiacciano i semi # 10

Questo è un po ‘esagerato, ma data la reputazione di sconvolgimento del torneo NCAA, molti staffettologi dilettanti presumono che gli incontri # 7 contro # 10 siano fondamentalmente lanci, e questo non è affatto vero. Le teste di serie # 7 hanno vinto con un clip del 60,7% e sono 85-55 di tutti i tempi.

5. Ma i semi # 10 hanno capacità di resistenza

[When #10 seeds]sopravvivono ai round di 64, battono quasi il 42,9% nei round di 32.

La storia dei semi n.10 al primo round non è eccezionale (vedi sopra). Eppure, quando loro fare sopravvivono ai sedicesimi di finale, battono il 42,9% nei sedicesimi di finale, andando 24-32 di tutti i tempi. Se c’è un seme # 10 che ami nel primo round, dai un’occhiata al loro matchup nel secondo round e non dare per scontato che saranno uno e fatto.

6. I First-Four sono pronti per di più

Dal momento che il torneo si è espanso a 68 squadre e ha implementato le “Prime Quattro” (2011), una delle squadre che ha superato quella sezione preliminare del girone ha vinto anche un round di 64 fino al 2019. L’anno scorso, sia Belmont che Arizona State hanno perso nei round di 64.

7. I semi # 9 sono meraviglie in un colpo solo

I giochi # 8 vs # 9 sono veri coin-flips (70-66 dal 1985) e il comitato di selezione ha da tempo affermato che le otto squadre raggruppate nella gamma # 8-9 sono trattate alla pari. Questo fa la discrepanza nel loro successo al secondo turno veramente strano: i semi # 8 sono 13-55 (percentuale di vittorie del 19,1%), mentre i semi # 9 sono un atroce 7-65 (percentuale di vittorie del 9,7%).

SEME ROUND DI 64 WIN-RATE ROUND DI 32 WIN-RATE # 8 48,5% 19,5% # 9 51,5% 9,7%

8. Underdogs hanno coperto 26 delle ultime 44 partite tra i semi # 8 e # 9.

Ancora una volta, le teste di serie # 8 e # 9 sono quasi a un punto morto negli ultimi 33 anni e la parità si è tradotta nel regno delle scommesse. Prendere i punti è stata la mossa saggia nel 59,1% delle volte negli ultimi 11 tornei.

9. I semi # 11 sono fenomeni del primo round

Tornando al torneo del 2011, le teste di serie # 11 sono .500 contro le teste di serie # 6 nel primo turno, andando 20-20 in quel periodo. Nel torneo 2017, Xavier, USC e Rhode Island hanno vinto tutti come semi n. 11 e Xavier è avanzato fino all’Elite Eight.

Tornando al torneo del 2011, le teste di serie # 11 sono… 20-20 [against #6 seeds].

Nel 2019, sia la # 11 Syracuse che la # 11 Loyola-Chicago hanno vinto più partite.

10. La linea # 13 è il limite di parità

Ogni anno, teste parlanti (e, in una certa misura, algoritmi informatici) descrivono in dettaglio la maggiore parità nel gioco del college. È anche ben documentato che le teste di serie # 12 (50-90 di tutti i tempi; 35,7% di percentuale di vittorie) sono fondamentalmente buone quanto le teste di serie # 11 (52-88 di tutti i tempi; 37,1% di percentuale di vittorie) nei round di 64.

Quando arrivi ai semi # 13, però, David esaurisce le rocce e Golia polverizza la parola parità tra le sue mani senza cuore. Quello che sto cercando di dire è che i semi n. 13 sono un triste 29-111 (20,7% di percentuale di vittorie) nei round di 64.

11. Alcune squadre non riescono a scendere dallo schneid

La storia indica che il Nebraska non vincerà nel torneo NCAA.

Né Boise State (0-7), Nebraska (0-7), Belmont (0-8), né Eastern Kentucky (0-8) hanno mai vinto un torneo.

Contrasta questo con il perenne medio maggiore potenza Gonzaga, che è 11-0 negli ottavi di finale dal 2009.

Per saperne di più vai sui casino non aams affidabile nel ranking di Farantube.

Alla ricerca di ulteriori analisi sulle tendenze della follia di marzo?

Se vuoi portare le tue scommesse March Madness al livello successivo, sei nel posto giusto. Una volta che il primo round è nello specchietto retrovisore, consulta la nostra guida alle tendenze perenni delle scommesse nello Sweet 16 e nell’Elite 8, oltre ai 7 attributi chiave dei vincitori di March Madness.

Se sei nel mercato per una strategia di scommesse sportive a cui puoi candidarti qualunque sport su cui scegli di scommettere, ci pensiamo anche noi. Esci e aumenta il tuo bankroll!

Impostazione