Le scommesse sportive sono legali? La maggior parte degli scommettitori americani non lo sa

    Le scommesse sportive hanno una relazione lunga e complicata con la legge, in particolare negli Stati Uniti. Dalle radici puritane strettamente religiose della nazione all’era relativamente aperta del gioco d’azzardo online, la legislazione sulle scommesse sportive e sul gioco d’azzardo più in generale è stata un continuo avanti e indietro tra visioni moralistiche e conservatrici sui giochi d’azzardo, l’insaziabile appetito del governo per nuovi flussi di entrate, e valori culturali radicati riguardo alla libertà personale.

    Coloro che amano un po’ di azione nei loro giochi preferiti sono stati a lungo messi nel mezzo. Con la recente abrogazione del PASPA (Professional and Amateur Sports Protection Act), le scommesse sportive non sono più vietate a livello federale. Gli stati sono ora in grado di regolamentare la pratica come meglio credono, risultando in un mosaico di leggi che significa che ciò che è legale in uno stato non è necessariamente legale in altri. Puoi monitorare la legalità delle scommesse sportive nel tuo stato qui su Sports Betting Dime.

    Non sorprende che ci sia un po’ di confusione tra gli scommettitori sportivi americani intorno a questo ambiente legale in costante fluttuazione. I risultati di un sondaggio sulle scommesse sportive da dieci centesimi commissionato di recente sugli scommettitori attivi suggeriscono che molti non riescono a comprendere la complessa rete di leggi che attualmente definisce il panorama legale.

    Contents [hide]

    • 1 Le scommesse sportive sono consentite a livello nazionale?
    • 2 Cosa ne pensano gli scommettitori?
    • 3 Perché la confusione?
    • 4 La PASPA è anche importante?
    • 5 Informazioni sull’indagine sui centesimi sulle scommesse sportive

    Le scommesse sportive sono consentite a livello nazionale?

    Cominciamo col stabilire il fatto che la maggior parte degli stati non ha ancora sviluppato un quadro giuridico che consenta e regoli esplicitamente le scommesse sportive entro i propri confini. Mentre piazzare una scommessa su un bookmaker online offre un’opzione praticabile per gli scommettitori di tutto il paese, solo una manciata di stati attualmente consente agli scommettitori di scommettere su singoli giochi in un casinò, scommesse sportive fisiche o siti di scommesse online gestiti localmente.

    I principali centri abitati come New York, New Jersey e Pennsylvania sono inclusi in questa categoria, insieme a stati rurali molto più piccoli come Montana e Mississippi. Al momento in cui il nostro sondaggio è stato distribuito, il 21,55% degli americani viveva in uno stato con scommesse sportive operative regolate a livello statale, sulla base delle più recenti stime della popolazione derivate dai dati del censimento.

    Assicurati di visitare la nostra sezione legale sulle scommesse sportive se stai cercando una comprensione più approfondita delle leggi sulle scommesse sportive.

    Cosa ne pensano gli scommettitori?

    La maggior parte degli scommettitori sportivi crede che la pratica sia legale nel loro stato, mentre una parte considerevole ammette di non essere veramente sicura.

    Gli intervistati rappresentano una vasta sezione trasversale della popolazione americana, con una ripartizione quasi uniforme da ciascuna delle principali regioni degli Stati Uniti designate dal censimento. Con questo fatto in mente, è immediatamente chiaro che gli scommettitori stanno sovrastimando il grado in cui le scommesse sportive sono state legalizzate e regolamentate a livello statale.

    Volevamo trovare un numero esatto per illustrare questa mancanza di comprensione, quindi abbiamo calcolato le percentuali di intervistati che vivono in stati che attualmente offrono mercati legali regolamentati.

    Circa quattro intervistati su dieci (36,1%) vivono in uno stato che offre un mercato legale di scommesse sportive regolamentato dallo stato, nonostante il fatto che più di sei su dieci (62,4%) abbiano dichiarato di vivere in tale stato.

    Chiaramente, c’è del lavoro da fare in termini di educazione del pubblico delle scommesse sull’ambiente legale sfumato che esiste negli Stati Uniti.

    Perché la confusione?

    Gran parte della confusione può probabilmente essere attribuita a una generale mancanza di comprensione riguardo al conflitto tra la legge federale e quella statale. Gli Stati Uniti sono una repubblica federale con un potere legale significativo e un’autonomia riservata ai governi statali e locali.

    Questioni sociali scottanti come l’aborto e la legalizzazione della marijuana hanno evidenziato queste tensioni, con gli stati che scelgono continuamente di sfidare la legge federale nel perseguire le proprie agende politiche.

    La legalizzazione della marijuana fornisce un caso di studio particolarmente interessante, poiché il governo federale ha scelto esplicitamente di non intervenire, poiché molti stati hanno stabilito mercati legali nonostante la designazione della pianta come narcotico illegale di Tabella I ai sensi del Controlled Substances Act. Quindi, la marijuana è legale negli stati con mercati legali ricreativi o medici?

    È importante ricordare che il sistema di governance è stato progettato per consentire queste contraddizioni.

    Il governo federale non impedisce alle persone di scommettere legalmente sugli sport e molti scommettitori probabilmente hanno confuso la decisione di abrogazione della PASPA come legalizzazione generale di un mercato regolamentato a livello nazionale.

    Le aree grigie e la disconnessione tra le leggi locali e nazionali sono una conseguenza naturale delle grandi federazioni, in particolare quelle con una tradizione di diritto comune. Le scommesse sportive forniscono un esempio unico di questa disconnessione perché, a differenza della legalizzazione della marijuana, il governo federale non impedisce alle persone di impegnarsi legalmente nell’attività.

    Nessun individuo è mai stato perseguito per il semplice gioco d’azzardo online.

    La PASPA è anche importante?

    Considerando che è in gran parte legale per gli americani scommettere online comodamente da casa propria, a chi importa davvero se i singoli stati stabiliscono i propri quadri legali? Questa è una domanda valida, e i dati suggeriscono che l’abrogazione PASPA ha avuto solo modesti effetti sul comportamento degli scommettitori sportivi esistenti.

    Questi numeri suggeriscono che è improbabile che la diffusa legalizzazione statale delle scommesse sportive cambi drasticamente il comportamento degli scommettitori sportivi esistenti, confutando con forza l’idea che aumenterà significativamente l’incidenza del gioco d’azzardo problematico negli Stati Uniti.

    Per la maggior parte, la verità è che l’abrogazione della PASPA ha finora fatto poco per rendere le scommesse sportive più accessibili. Le scommesse sportive online hanno da tempo fornito un’opzione sicura e affidabile e i risultati del sondaggio suggeriscono che gli scommettitori sono ampiamente soddisfatti dei loro servizi.

    • Poco più della metà (53,5%) degli scommettitori esistenti ha piazzato una scommessa con un bookmaker online

    E mentre quasi sette su dieci (68,8%) suggeriscono di scommettere preferibilmente  con un bookmaker statunitense, la loro preferenza per le scommesse online sembra essere più forte di queste tendenze patriottiche. Degli stati che hanno istituito mercati regolamentati a livello statale, solo una manciata ha scelto di consentire l’accesso remoto online.

    La preferenza per le opportunità di scommesse online può aiutare a spiegare perché meno di un intervistato su dieci (9,2%) è cambiato nel punto in cui piazza scommesse sportive a seguito dell’abrogazione del PASPA, nonostante il fatto che quasi quattro su dieci (36,1%) vivano in uno stato che ha offerto nuove opportunità di scommesse sin dalla decisione.

    Naturalmente, la decisione PASPA è importante in termini di cambiamento della percezione del pubblico e riduzione dello stigma sulle scommesse sportive. Ha fornito entrate sostanziali agli stati che hanno agito rapidamente per sviluppare un quadro normativo.

    Detto questo, i suggerimenti degli esperti di politica che sottolineano che consentire le scommesse online sarà fondamentale per ottenere il massimo dalla legalizzazione, sono chiaramente supportati dai dati di questo sondaggio.

    Informazioni sull’indagine sui centesimi sulle scommesse sportive

    Alcuni siti hanno collaborato con un’importante società di ricerche di mercato aziendale per esaminare i comportamenti e le opinioni degli scommettitori sportivi americani attivi. Sono state intervistate circa 570 persone di età superiore ai 18 anni provenienti da tutte le regioni degli Stati Uniti designate dal censimento.

    I sondaggi sono stati distribuiti e raccolti elettronicamente tra il 18 e il 21 ottobre 2019. I risultati sono stati raccolti tramite telefono cellulare, desktop o tablet. Tutti gli intervistati si sono auto-identificati come scommettitori sportivi attivi.