Farantube
Image default
Calcio Internazionale

Berlusconi è esploso contro il Milan per Ibrahimovic e il Festival di Sanremo

Accanto a Inter e il Juventus, il Milano è uno dei grandi intrattenitori della stagione 2020/21 del Serie A. Fino a due date fa la squadra rossonera era leader del campionato, ma dopo due cadute consecutivel’ultimo contro l’Inter, ha dato il vantaggio al suo classico rivale. Nonostante questo scenario, con 14 date rimaste fino alla fine del torneo, il Milan ha preso una decisione che ha generato polemiche in Italia. È che ha autorizzato Zlatan Ibrahimovic, la sua figura più alta, essere assenti dalle pratiche per una settimana per partecipare alla tradizionale Festa di Sanremo.

Anche se il club ha ideato un piano di formazione per lo svedese per continuare a lavorare mentre adempiva alla sua funzione di giuria Dell’importante evento che sceglie il miglior cantante italiano, e gli ha dato l’autorizzazione quando il Milan stava attraversando il suo momento migliore in campionato, non sono mancate le critiche a questa decisione. Uno di loro proveniva da uno dei personaggi più forti al mondo, il Milan: Silvio Berlusconi. Ex Primo Ministro d’Italia ed ex Presidente Rossonero È stato schietto con la sua posizione quando è stato consultato sull’argomento.

“Non riesco a entrare in questa dinamica di decisioni interne al team. Ovviamente Ibra aveva bisogno di riposare, perché senza quella possibilità non avrei potuto capire come il Milan avrebbe potuto accettare una richiesta del genere “, espresso chiaramente scontento per la decisione, in dialogo con Milannews. Berlusconi attualmente è presidente di Monza e presidente onorario del Milan.

Zlatan parteciperà come giuria al Festival di Sanremo, che si terrà dal 2 al 6 marzo. Durante quel periodo, Ibra avrà un personal trainer che personalizzerà i suoi allenamenti. Il club ha preso questa decisione per evitare uno spostamento quotidiano di circa 300 chilometri. Oltre a ciò, l’impegno personale non impedirà a Zlatan di adempiere ai suoi obblighi di calciatore, dato questo parteciperà alle gare contro l’Udinese (a San Siro, il 3 marzo) e contro l’Hellas Verona (il 7 marzo).

L’idea è che il 39enne attaccante incontri i suoi compagni direttamente nello spogliatoio dello stadio per poter sfruttare al meglio questa nuova avventura a cui è stato invitato. Dall’istituzione milanese non vogliono lasciare nulla al caso perché è in gioco il titolo di Serie A e dopo più di un decennio vogliono gridare ancora campione.

ARGOMENTI CHE COMPONGONO IN QUESTA NOTA

Related posts

Guardiola canterà a 18 anni?

admin

L’Eurocup si giocherà a giugno, con o senza fan

admin

Perché Holan ha promesso di “parlare” portoghese

admin

Leave a Comment