Stakhovsky accusa l'ATP: "Non mi sarei mai aspettato che qualcuno fosse dalla parte degli assassini"

21/05/2022

Stakhovsky accusa l'ATP: "Non mi sarei mai aspettato che qualcuno fosse dalla parte degli assassini"

L'ex tennista ucraino, che è in prima linea per difendere il suo Paese dall'invasione russa, critica la decisione che Wimbledon non distribuisce punti per il veto a russi e bielorussi

Sergiy Stakhovsky, l'ex tennista ucraino che ha cambiato la racchetta con il fucile dopo essere tornato in Ucraina per difendere il proprio paese dall'invasione russa, no ha accusato ATPper la sua decisione che Wimbledon non distribuisce punti per la classifica a causa del suo veto di russi e bielorussi.

"Non sono all'altezza se dico che sono deluso dall'ATP. Non mi sarei mai aspettato che qualcuno potesse essere dalla parte di invasori e assassini, ma mi sembra che anche i miei colleghi siano dispiaciuti per gli invasori e collaboratori russi e bielorussi. Giocatori che in 85 giorni non sono riusciti a mandare un messaggio chiaro di condanna dell'invasione dell'Ucraina. Giornata vergognosa per il tennisha commentato Stakhovsky.

Il due circuiti professionistici, ATP e WTA e la Federazione Internazionale di Tennis Difendono che il provvedimento di Wimbledon è discriminatorio e non tiene conto dei meriti dei giocatori. Per questo motivo hanno deciso che il torneo di Londra non distribuisce punti per la classifica.

Stakhovsky si è ritirato dopo l'ultimo Australian Open. Divenne il numero 31 al mondo ed è diventato famoso dopo aver battuto Roger Federer al secondo turno di Wimbledon nel 2013. Quando è iniziata l'invasione russa dell'Ucraina, non ha esitato ad andare al fronte: "Non ho esperienza militare. Ho esperienza con le armi, in privato. So usare un'arma, se devo usarla, lo farò.

È un giorno triste per il tennis; Non sono all'altezza se dico che sono deluso dall'ATP

Sergio Stakhovsky

già una settimana fa ha espresso il suo malcontento con Rafa Nadal a seguito delle parole delle Baleari sul veto di Wimbledon dei tennisti russi e bielorussi. "È molto ingiusto nei confronti dei miei colleghi: qual è la loro colpa per quello che sta succedendo con la guerra? Mi dispiace per loro e vorrei che non fosse così, ma alla fine sappiamo che è così. Vediamo se prendiamo un qualche tipo di decisione al riguardo", ha detto Isole Baleari durante la conferenza stampa che ha offerto al Mutua Madrid Open.

"Per favore, dimmi se è anche ingiusto che i tennisti ucraini non possano tornare a casa, che i bambini ucraini non possono giocare a tennis e se è giusto che gli ucraini stiano morendo", ha scritto Stakhovsky sui suoi social network.

  • Decisione. Punizione a Wimbledon: non distribuirà punti ATP e WTA dopo aver posto il veto a russi e bielorussi

Altre guide:

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per “interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell\'esperienza” e “misurazione” come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento.Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie utilizzando il pulsante “Accetta”. Chiudendo questa informativa, continui senza accettare. Più informazioni