Nadeshot spiega perché i tempi di ritiro di Scump sono “bizzarri”

Matthew “Nadeshot” Haag, ex professionista di CoD e fondatore di 100 Thieves, ha spiegato perché trova “bizzarri” i tempi del ritiro di Seth “Scump” Abner, indicando i problemi di Warzone 2 come motivo principale.

La notizia che Scump avrebbe dovuto interrompere la sua carriera professionale in Call of Duty ha colto di sorpresa gran parte della comunità degli eSport.

Originariamente impostato per terminare la giornata alla fine della stagione CDL di Modern Warfare 2, la leggenda di OpTic ha deciso di portarlo avanti, spiegando che ha sopravvalutato la sua capacità di far fronte alle rigorose esigenze del gioco professionale.

Di conseguenza, Dashy è tornato nel roster iniziale di OpTic Texas per CDL Major 2.

Altrove, la comunità CoD ha fatto i conti con la notizia che una delle figure di maggior successo, influenti e popolari nella storia degli eSport andrà in pensione.

Tra coloro che hanno reagito c’erano Nadeshot e CouRage, che hanno dedicato il loro podcast del 18 gennaio a discutere del re e della sua eredità.

Nadeshot pensa che i tempi di ritiro di Scump siano “bizzarri”

La coppia ha dato il via allo spettacolo con un dibattito sull’impegno di Scump a dedicarsi alla creazione di contenuti a tempo pieno ora che non è più in competizione, soprattutto alla luce delle recenti lotte di Warzone 2.

Iscriviti alla nostra newsletter per gli ultimi aggiornamenti su eSport, giochi e altro ancora.

“Se sono molto critico, è un momento molto bizzarro per lui entrare nel contenuto a tempo pieno”, ha detto Nade. “Perché questa è probabilmente la prima iterazione del ciclo di vita di Call of Duty negli ultimi tre anni, dall’uscita di Warzone 1, dove il pubblico di Call of Duty è probabilmente il più basso da un po’ di tempo.”

Timestamp: 2:35

Ha continuato: “L’intera conversazione sui social [media] è stato principalmente dovuto al fatto che Warzone 2 sta diminuendo in modo massiccio dal punto di vista del conteggio dei giocatori ogni singolo giorno e molti creatori di Call of Duty a tempo pieno stanno twittando come se fosse l’apocalisse.

“Non voglio far sembrare che Scump abbia preso una decisione sbagliata, decidendo di dedicarsi di nuovo ai contenuti a tempo pieno. Sono sicuro che prenderà un [break]riguadagnare, raccogliere se stesso e uscire con delle gambe fresche e una nuova motivazione trovata … Se avessi avuto il talento grezzo che ha probabilmente avrei gareggiato più a lungo.

Anche se non è ancora stato pubblicato dal suo annuncio di ritiro, ci aspettiamo di vedere Scump sui suoi canali YouTube e Twitch. Se qualcuno può invertire la tendenza del crollo di Warzone 2, è probabilmente il re.