Scump desideroso di trasmettere Valorant dopo il consiglio di Nadeshot, ma ha una grande preoccupazione

Seth “Scump” Abner ha spiegato che è davvero desideroso di trasmettere in streaming Valorant dopo il suo ritiro da Call of Duty su consiglio di Matthew “Nadeshot” Haag, ma ha una grande preoccupazione per il passaggio.

Scump ha annunciato il suo ritiro dal Call of Duty professionale il 17 gennaio dopo oltre un decennio al vertice, annunciando l’intenzione di passare a diventare un creatore di contenuti a tempo pieno.

Nei suoi primi streaming da pensionato, le feste di sorveglianza del CDL di Scump erano enormi, guadagnando più spettatori rispetto allo streaming ufficiale, e da allora ha iniziato a trasmettere in streaming Warzone con artisti del calibro di ex compagni di squadra Nadeshot e Marcus “MBoze” Blanks.

È stato in uno di questi flussi, il 24 gennaio, quando Nadeshot ha consigliato a Scump di provare a saltare su Valorant a un certo punto, e mentre Scump ha detto che era pronto, aveva una preoccupazione fondamentale per farlo.

“Sono giù per gestire un po’ di Val”, ha detto a Nade. “Non so se la gente mi guarderebbe interpretare Val però.”

Iscriviti alla nostra newsletter per gli ultimi aggiornamenti su eSport, giochi e altro ancora.

Nadeshot, sempre l’amico di supporto, era completamente in disaccordo, dicendo che Scump è nella classe di qualcuno come Michael ‘shroud’ Grzesiek dove potrebbe “giocare a qualsiasi gioco, e potresti non avere 20.000 spettatori, ma quel numero aumenterebbe lentamente ma sicuramente .”

Scump ha poi ammesso che deve “uscire dalla mentalità” e non lasciare che sia spaventoso giocare ad altri giochi che non sono Call of Duty.

Ciò avviene pochi giorni dopo che Nadeshot ha definito il passaggio di Scump ai contenuti a tempo pieno “fottutamente pericoloso” per altri creatori, poiché crede che il suo ex compagno di squadra di OpTic sia pronto a dominare le classifiche di Twitch.