Farantube
Image default
CS:GO

ESIC scopre scommesse sospette sulle partite di Akuma all’evento CIS RMR di CSGO

In seguito alle accuse di imbrogli e potenziali attività di partite truccate all’evento CIS CS:GO Regional Major Ranking di EPICENTER, la Commissione per l’integrità degli eSport ha pubblicato un rapporto secondo cui hanno prove di attività di scommesse sospette intorno alle partite che coinvolgono la squadra Akuma.

Dopo una notifica dal Suspicious Betting Alert Network (SBAN), gli è stato mostrato che l’amministratore delegato dell’ormai defunta Project X org, Alexander Shyshko, aveva scommesso su partite sospette che coinvolgevano quella squadra, il cui nucleo è ora Akuma. Fondamentalmente Shyshko aveva fatto scommesse pre-partita accurate sulla partita Akuma vs Virtus Pro che è stata oggetto di accuse di imbroglio.

L’evento è stato afflitto da una serie di problemi fin dall’inizio che hanno sollevato seri dubbi sull’integrità della competizione. In primo luogo, ci sono state più affermazioni di giocatori che sono stati DDOS in giochi di alto profilo, sebbene non sia stata rilasciata alcuna dichiarazione ufficiale su questo argomento. Oltre a ciò, sono state sollevate questioni pubbliche sulla mancanza di misure di protezione messe in atto da EPICENTER. Questi includevano nessun client anti-cheat, nessuna registrazione di comunicazioni vocali e, cosa più sconcertante di tutti, non era nemmeno richiesta la registrazione di demo POV. L’assenza di queste informazioni renderebbe impossibile qualsiasi tentativo di corroborare le affermazioni di imbroglio.

Le accuse di imbroglio si sarebbero manifestate quando i perdenti Akuma hanno ottenuto una serie di cinque vittorie nette, comprese le vittorie su Na’Vi e Virtus Pro, rispettivamente al secondo e all’ottavo posto nel mondo. Akuma è arrivato al torneo al 138° posto. Le accuse hanno ricevuto ulteriore sostanza dall’occasionale mancanza di feed di telecamere dal vivo per i giocatori e dal fatto che i giocatori di Akuma apparentemente guardano qualcosa di diverso dal loro mirino durante le situazioni di frizione.

YouTube: Il coach b1ad3 di HLTVorgNAVI ha dichiarato di ritenere che i membri della formazione Akuma stessero imbrogliando, nel podcast HLTV Confirmed.

Ciò ha spinto molti giocatori ed esperti a ipotizzare che almeno uno dei giocatori stesse utilizzando un hack radar o guardando un feed dal vivo dal server per accertare dove fossero i loro avversari. L’allenatore dei Na’Vi, Andrey “B1ad3” Gorodenskiy, ha anche dichiarato la sua convinzione che la squadra stesse barando nel podcast HLTV Confirmed. A seguito delle accuse pubbliche, Akuma avrebbe subito pesanti perdite contro Gambit e Virtus Pro.

Il successivo furore sulla legittimità di questi risultati è stato dato più carburante quando il giocatore di forZe Alexandr “zorte” Zagodyrenko ha dichiarato pubblicamente di aver scoperto l’esistenza di un feed GOTV a ritardo zero che era in uso per le partite.

Ha aggiunto che c’erano persone sedute su questi server e che non era sicuro di chi fossero queste persone. “Potremmo iniziare la partita e il manager potrebbe sedersi nel GOTV in tempo reale e nessuno sa per quanto tempo potrebbe essere lì… La password è stata cambiata e nessuno si è potuto connettere tranne gli amministratori e alcuni ragazzi cinesi che sono entrati nel server in spettatori e sono rimasto seduto lì durante tutta la nostra partita contro Na’Vi.

Buona fortuna come

Mentre le frustrazioni crescevano tra le squadre della CSI colpite, la Federazione russa di esports (RESF) ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava che la loro indagine “non ha rivelato alcuna prova di compromettere l’amministrazione del torneo e il lavoro di GOTV… Una recensione dei giocatori di Akuma, i loro hardware e software non hanno rivelato segni di gioco scorretto”.

Questa affermazione non ha soddisfatto i team e si sono riuniti per rilasciare una lettera aperta sollecitando Valve a indagare sulla questione e delineando raccomandazioni per futuri eventi RMR. Tutte le squadre presenti, ad eccezione di Akuma e dell’ex roster di Marlian, hanno firmato la lettera. Nello specifico, la lettera richiedeva che l’ESIC o “qualsiasi altra autorità competente” conducessero un’indagine su Akuma.

Fonti hanno informato Dexerto che Valve è attualmente in procinto di rivedere gli standard del torneo. Non è chiaro come queste nuove rivelazioni influiranno su quella recensione né se sono state o meno in comunicazione con l’ESIC su questo argomento al momento della pubblicazione.

ESIC riferisce a Valve le prove che indicano potenziali partite truccate e frodi nelle scommesse nell’evento RMR.

L’ESIC ha fatto riferimento a Valve includendo prove sostanziali che indicano l’esistenza di potenziali frodi nelle scommesse nell’evento CIS RMR gestito da EPIC.

Leggi: https://t.co/P90BBzeGkX pic.twitter.com/i34AkHvEzH

— ESIC (@ESIC_Official) 9 giugno 2021

Mentre le rivelazioni sull’attività di scommesse non sono affatto prove conclusive che queste partite siano state risolte, l’enorme volume di coincidenze rende impossibile guardare oltre. L’attenzione si rivolgerà ora alla Federazione russa di eSport, che dovrà prendere una decisione su quali sanzioni, se del caso, siano appropriate in queste circostanze.

Related posts

La registrazione trapelata cattura la discussione sulle partite truccate di ESEA Premier

admin

L’apice di Vitality si prende una pausa dalla competizione in CSGO per motivi personali

admin

I 10 migliori momenti dell’astuto Hobbit di CSGO

admin

Leave a Comment