Twitch raddoppia a 50/50 "merda sub-rev" durante il live panel di TwitchCon

Twitch raddoppia a 50/50 "merda sub-rev" durante il live panel di TwitchCon

Dopo la deludente notizia che Twitch non avrebbe più offerto ai suoi migliori streamer una divisione 70/30 delle entrate degli abbonamenti, hanno raddoppiato questa decisione durante un panel dal vivo alla TwitchCon.

Nel bel mezzo di uno dei mesi più drammatici della storia di Twitch, una notizia ha lasciato la community della piattaforma piuttosto oppressa. La mattina del 21 settembre, Twitch ha annunciato che non avrebbe più continuato la divisione dei ricavi secondari 70/30.

Prima di allora, ai migliori creatori di Twitch veniva offerto il 70% delle entrate generate dalle iscrizioni ai loro canali. Tuttavia, l'annuncio significava che la divisione più alta sarebbe stata interrotta, riducendo le entrate per gli streamer più grandi del 20% e instillando una divisione 50/50 per tutti gli streamer.

Durante le cerimonie di apertura alla TwitchCon di San Diego, il co-fondatore di Twitch Emmett Shear ha annunciato che un pannello delle note sulla patch dal vivo avrebbe affrontato la decisione di modificare la ripartizione delle entrate. Domenica, Twitch ha utilizzato il pannello per raddoppiare la loro decisione impopolare.

Twitch afferma che la divisione 70/30 non è fattibile

Il 9 ottobre, Twitch ha tenuto un panel di note sulla patch dal vivo durante la TwitchCon di San Diego, in cui il direttore della monetizzazione Mike Minton ha discusso del recente cambiamento delle entrate degli abbonamenti.

Ha iniziato affermando che l'obiettivo del team di monetizzazione di Twitch è continuare ad aumentare il pagamento complessivo per gli streamer prima di entrare nella divisione. "Io e il mio team siamo concentrati al 100% sul miglioramento della loro capacità di guadagnare", ha affermato Minton. "Alla fine, stiamo stabilendo un quadro a lungo termine".

Uno dei mediatori del panel ha chiesto: "Se l'obiettivo è fare più soldi, perché non offriamo agli streamer una divisione 70/30?"

A questo, Minton ha risposto: “Abbiamo studiato tutte le opzioni possibili. Possiamo offrire spaccature 70/30 in modo ampio e ampio? E la risposta è no. Semplicemente non è fattibile per Twitch a lungo termine, almeno come sappiamo oggi".

Ha spiegato che Amazon si aspetta che Twitch prosperi come un "business sostenibile indipendente" e ha immediatamente collegato Twitch Prime, che consente agli spettatori di abbonarsi gratuitamente.

Ovviamente, Minton ha poi raddoppiato il motivo originale di Twitch per aumentare la divisione. "L'altro fattore è il costo del live streaming. È solo uno sforzo costoso rendere disponibili su Internet video ad alta definizione e bassa latenza a livello globale".

A Minton è stato quindi chiesto come ci si aspettava che gli streamer guadagnassero di più senza uno split 70/30, a cui l'errore di Mike ha prodotto un momento comico in cui l'ha definito ironicamente la "merda sub rev".

"La divisione della condivisione di rev è solo una parte dell'equazione", ha dichiarato Minton dopo essersi ricomposto. "Si tratta davvero di un insieme più ampio di strumenti della community che offrono maggiori opportunità di guadagno".

Ha continuato elencando gli abbonamenti Prime, gli abbonamenti ai regali della comunità, Hype Trains e il programma di incentivi pubblicitari come modi in cui gli streamer possono "guadagnare di più" dal pubblico che già hanno.

Così com'è, Twitch non si sta muovendo quando si tratta dell'attuale ripartizione delle entrate dell'abbonamento.

Se vuoi conoscere altri articoli simili a Twitch raddoppia a 50/50 "merda sub-rev" durante il live panel di TwitchCon è possibile visitare la categoria Esports. Questo articolo è stato aggiornato nel 2023.

Lee Taejil

Altre notizie:

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per “interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell\'esperienza” e “misurazione” come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento. Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie utilizzando il pulsante “Accetta”. Chiudendo questa informativa, continui senza accettare. Più informazioni