Il DFEH del governo dello stato della California ha aggiornato la sua causa contro Activision Blizzard per includere ora l’esperienza dei lavoratori interinali e afferma anche che le risorse umane dell’azienda non conservano correttamente i registri per le loro indagini.

Riportato per la prima volta da Axios, in un documento aggiornato, il DFEH afferma che il team delle risorse umane di Activision Blizzard non sta salvando i record relativi alle indagini, il che impedisce loro di andare avanti.

La causa iniziale, intentata il 21 luglio, ha sostenuto numerosi casi di molestie, disuguaglianza e altro ancora avvenuti al fianco di Activision Blizzard di Blizzard.

Il DFEH afferma che l’azienda ha una politica di “triturazione” dei documenti dei dipendenti che hanno lasciato l’azienda entro 30 giorni.

Il governo della California richiede ai datori di lavoro di conservare i registri per un massimo di 2 anni. Dice che “i documenti relativi alle indagini e ai reclami sono stati distrutti dal personale delle risorse umane”.

Inoltre, il governo afferma che Activision Blizzard ha richiesto ai dipendenti di firmare accordi di non divulgazione, di parlare internamente prima di contattare il DFEH che impedisce le loro indagini.

La causa aggiornata afferma inoltre che Activision Blizzard, aggiungendo una revisione della società tramite il gruppo legale WilmerHale, ha causato ulteriori problemi.

La causa aggiornata afferma che queste azioni “interferiscono direttamente” con la loro capacità di “indagare, perseguire e porre rimedio alla discriminazione sul posto di lavoro e alle violazioni delle molestie per conto di dipendenti e lavoratori contingenti o temporanei”.

Il governo dello stato della California ha presentato un aggiornamento alla causa contro Activision Blizzard sostenendo che i documenti “triturati” delle risorse umane della società relativi alle loro indagini e non rispettano le richieste. La causa è stata inoltre ampliata per coprire le esperienze dei lavoratori interinali. pic.twitter.com/Ujsz8OYPiR

— CharlieIntel – Call of Duty News (@charlieINTEL) 24 agosto 2021

Il nuovo documento ha anche aggiunto menzioni che esperienze di molestie e disuguaglianza “esistono per dipendenti e lavoratori contingenti o temporanei”. La causa iniziale riguardava solo i dipendenti a tempo pieno.

A seguito dell’emergere dell’aggiornamento di questa causa, Activision Blizzard ha risposto con una lunga dichiarazione, che differisce nel tono dal loro attacco originale al DFEH.

L’azienda afferma di aver “adempiuto a ogni richiesta adeguata a sostegno” della revisione del DFEH.

La loro dichiarazione completa è di seguito:

“Durante il nostro impegno con il DFEH, abbiamo rispettato ogni richiesta adeguata a sostegno della sua revisione, anche se abbiamo implementato riforme per garantire che i nostri luoghi di lavoro siano accoglienti e sicuri per ogni dipendente. Questi cambiamenti continuano oggi e includono:

  • Diversi cambi di personale di alto livello;
  • Pratiche di assunzione e reclutamento rinnovate che richiedono diversi panel di interviste;
  • Maggiore trasparenza sull’equità retributiva;
  • Capacità di formazione e investigazione ampliate e migliorate per il personale delle risorse umane e della conformità;
  • Creato squadre investigative al di fuori delle unità aziendali per supportare una maggiore indipendenza;
  • Divisioni ristrutturate per supportare una maggiore responsabilità;
  • Processi di revisione avanzati per includere la valutazione dei dirigenti da parte dei dipendenti;
  • Confini chiari sul comportamento sul posto di lavoro con un approccio di tolleranza zero alle molestie e ad altre azioni che riducono o emarginano.

Ci sforziamo di essere un’azienda che riconosce e celebra i diversi talenti e le prospettive che portano alla creazione di un intrattenimento eccezionale e attraente a livello globale.

Abbiamo fornito al DFEH prove evidenti del fatto che non abbiamo disparità salariali o promozioni di genere. La nostra leadership senior è sempre più diversificata, con un numero crescente di donne in ruoli chiave di leadership in tutta l’azienda.

Condividiamo l’obiettivo di DFEH di un luogo di lavoro sicuro e inclusivo che premi equamente i dipendenti e si impegna a dare l’esempio che gli altri possono seguire”.

Man mano che emergeranno ulteriori informazioni sulla situazione della causa, terremo tutti aggiornati.