La meta bolla del programma televisivo Twitch sta per scoppiare, ma di chi è la colpa?

Il divieto di Twitch di Pokimane ha dimostrato una cosa: la meta bolla del programma televisivo Twitch sta per scoppiare. Di chi è la colpa però: gli streamer per aver infranto le regole o la scarsa applicazione del DMCA da parte di Twitch? Francamente, è difficile guardare oltre la negligenza di quest’ultimo.

La meta di Twitch è una bestia volubile. È per questo che gli streamer vivono e muoiono, perseguendo senza meta anche se ciò porta alla loro rovina. I “jacuzzi” (e ASMR) hanno martirizzato Indiefoxx. La saga musicale DMCA, ora risolta con i diritti adeguati, ha visto una preoccupazione più diffusa.

Ora il meta show televisivo ha mietuto la sua prima vittima in Imane “Pokimane” Anys. Catturato durante lo streaming di Avatar: The Last Airbender per 10 ore, il “modello di ruolo” ampiamente considerato della piattaforma non è più presente ⁠, anche se temporaneamente.

Commerciale

Proprio come la saga musicale DMCA, ha inviato altri streamer su una cancellazione VOD e sulla cancellazione di clip (grazie al cielo per quei nuovi strumenti rilasciati da Twitch, a volte sembrava con riluttanza). Se la bolla non è ancora scoppiata, l’ago sta per rompere quella tensione.

Twitch: Pokimane Pokimane stava trasmettendo in streaming Avatar: The Last Airbender su Twitch quando è stato bandito il 7 gennaio.

Tuttavia, questo articolo non è qui per discutere del motivo per cui lo streaming di contenuti protetti da copyright è negativo. È logico che se non possiedi qualcosa, non dovresti ritrasmetterlo senza autorizzazione. Il feed di Twitch con i commenti, indipendentemente dall’angolo di fair use utilizzato, non è un contenuto trasformativo.

Ma, dicendo questo, la colpa del perché i contenuti protetti da copyright diventano virali e queste metaforme non è colpa degli streamer. Stanno solo facendo il loro lavoro nell’intrattenimento. Invece, la colpa è interamente sulla ripetuta negligenza di Twitch nell’applicare il DMCA e, se non stanno attenti, potrebbe portare alla fine definitiva della piattaforma.

Commerciale

Gli streamer spingeranno i limiti, Twitch deve renderli più rigidi

La natura della radiodiffusione, dell’intrattenimento e del mondo dello spettacolo consiste nello spingere i confini. Per avere successo nel settore, si tratta di seguire le tendenze. Se la tendenza si trasforma nel reagire a Gordon Ramsay chiedendo informazioni su salsa di agnello o guardando Avatar con la sua chat, gli streamer faranno esattamente questo ⁠, anche se la legalità è nella migliore delle ipotesi oscuro.

  • Per saperne di più: L’ex dipendente di Twitch spiega perché la divisione delle entrate secondarie non cambierà

Tuttavia, invece di imporre agli streamer l’onere di porre limiti a ciò che trasmettono in streaming, Twitch deve intervenire. Il tuo staff dovrebbe smettere di guardare queste trasmissioni ⁠ —come visto prima⁠ — e impostare gli standard DMCA appropriati sulla tua piattaforma.

Commerciale

Ciò non avalla in alcun modo le azioni degli streamer che scelgono di trasmettere programmi TV come Masterchef, Kitchen Nightmares o Avatar. Tuttavia, gli streamer non possono essere moderati in questo modo. Non importa quante volte Sodapoppin, shroud o altri dicono che “lo streaming di programmi TV su Twitch è negativo”, gli streamer lo faranno fintanto che ottengono visualizzazioni.

Indumento

Twitch ha bisogno di proteggere la sua immagine e le sue stelle ponendo fine a questa assurdità del DMCA. Non che la tecnologia non ci sia ⁠, basta chiedere a Ludwig con i suoi tre ban durante la sua prima settimana su YouTube, tutti legati al DMCA. Avvertire gli streamer e rimuovere le loro trasmissioni se mostrano contenuti protetti da copyright è fondamentale se la piattaforma vuole sopravvivere al peso di qualsiasi battaglia legale si stia preparando.

Commerciale

Entra ora in Twitch o guarda la piattaforma crollare

Nessuno sta piangendo per il divieto di Pokimane, men che meno se stessi dato che si sono stabiliti a vita sulla piattaforma e lo hanno detto. Tuttavia, una volta che questo supera il limite degli streamer punitivi che cercano di seguire i loro idoli con questo pericoloso contenuto di reazione DMCA, e Twitch non fa nulla per proteggere i piccoli streamer, è allora che diventa un grosso problema.

La star di Twitch CohhCarnage probabilmente l’ha espresso meglio dopo il divieto di Pokimane: “Potrei assolutamente sostenere che Pokimane sia stato uno sciocco per aver cercato di farlo. Proprio come tutti gli altri contenuti in streaming con evidenti rischi DMCA. Ma anche Twitch seduto lì e guardare tutto ciò che accade è piuttosto frustrante. Fai qualcosa al riguardo.

Commerciale

Potresti assolutamente sostenere che Pokimane è stato uno sciocco per aver cercato di farlo. Proprio come tutti gli altri contenuti in streaming con evidenti rischi DMCA.

Ma anche Twitch seduto lì e guardare tutto ciò che accade è piuttosto frustrante. Fai qualcosa al riguardo. https://t.co/03o672vWys

– Cohh Carnage (@CohhCarnage) 8 gennaio 2022

Sono riusciti ad aggiungere un sistema DMCA musicale ⁠, anche se indifferente. Aggiungerne un altro per gli streamer che ritrasmettono in streaming i contenuti live è un gioco da ragazzi.

  • Per saperne di più: Amouranth spiega perché non si unirà al meta del programma televisivo Twitch

Twitch non può continuare a spostare la responsabilità e sedersi sulle tue mani. È la loro piattaforma e il loro futuro, e nessuno simpatizzerà con loro una volta che la bolla scoppierà e si verificherà la repressione, che inevitabilmente manderà in volo i loro migliori streamer. Gli streamer continueranno a fare cose stupide, ma almeno rafforzeranno le ringhiere.