Il crossover di Zeri e Neon in League and Valorant è il primo di Riot e non sarà l’ultimo

Zeri e Neon potrebbero non essere esattamente gli stessi, ma il campione di League of Legends e l’agente di Valorant sono il primo crossover di personaggi tra i titoli, sebbene non siano esattamente gli stessi. Riot ha parlato di come è nato e di quali altri crossover riserverà il futuro.

Zeri e Neon hanno scioccato il mondo dei giochi quando Riot ha rivelato i due personaggi elettrici per i suoi titoli principali ⁠ — League of Legends e Valorant ⁠ — a gennaio. Doppiati dallo stesso doppiatore, con storie filippine simili, sono stati etichettati dai fan come il primo vero “crossover” di Riot.

Certo, c’erano alcune cose da Sentinels of Light l’anno scorso e RiotX Arcane, ma questo è molto più importante.

Commerciale

Tuttavia, mentre sembra abbastanza semplice creare un personaggio con storie simili in entrambi i giochi e chiamarlo lì, è stato molto più complicato, come hanno condiviso gli sviluppatori in un post sul blog il 14 gennaio.

Sebbene Riot abbia ribadito che non sono gli stessi personaggi, sia Zeri che Neon sono stati progettati insieme. L’uscita dei due insieme è stata ispirata da Arcane ⁠, così come tutto ciò che riguardava Riot nell’ultimo anno.

Riot Games Il design di Zeri e Neon deriva dal famoso show televisivo di League of Legends Arcane.

“Molto tempo fa stavamo pensando a cosa avremmo potuto fare per l’uscita di Arcane. È stato un grande momento per tutti noi in Riot, quindi gli ho mandato un messaggio. [John] Goscicki (produttore del personaggio di Valorant) per chiedere se voleva rilasciare un campione e un agente insieme durante l’evento”, ha detto il Lead Producer del Campione della Lega Ryan “Reav3” Mireles.

Commerciale

“Aveva molto senso, molto del team di Valorant Agents ha lavorato prima nel team di Champions e condividiamo molti degli stessi processi. Molti giocatori di Riot giocano a League e Valorant. Quindi abbiamo pensato che sarebbe stato fantastico se potessero interpretare questi due personaggi in entrambi i giochi”.

  • Per saperne di più: Lo sviluppatore Valorant spiega le somiglianze di Neon con Tracer di Overwatch

Tuttavia, cercare di rendere il crossover senza soluzione di continuità è stato più facile a dirsi che a farsi. Sia gli sviluppatori di League che quelli di Valorant avevano bisogno di identità dei personaggi che potessero adattarsi a entrambi i giochi ⁠, e questo era più che dare un’arma a un campione della League e trasferirla a Valorant con una svolta in più.

Commerciale

Tuttavia, i due team di progettazione hanno lavorato insieme su entrambi i personaggi contemporaneamente, unendo il tema centrale dell’elettricità per affinare i loro poteri. Poi è diventato un vero e proprio gancio ⁠— ed è qui che è entrata in gioco Manila, nelle Filippine.

neon valoroso giace sul letto con le mani dietro la testa pensando

La vibrante personalità di Riot GamesNeon ha catturato l’immaginazione della community di Valorant.

“Ci è venuta l’idea dell’elettricità, che si prestava all’idea della velocità, ma aveva anche questo bel collegamento con il punto in cui nel mondo reale volevamo che questi personaggi fossero: le Filippine”, ha sviluppato lo sviluppatore Gem ‘Lonewingy ‘ Lim Ha detto.

“Sono cresciuto a Manila e avevamo in programma di realizzare personaggi filippini, il che significa molto per me personalmente. E a Manila abbiamo molti blackout e problemi di elettricità in generale. Sembrava solo un piccolo cenno alla vita lì”.

Commerciale

E proprio come l’elettricità, doveva esserci una carica negativa e una positiva. Quindi Riot ha progettato Neon con la personalità più energica e negativa, mentre Zeri ha ottenuto i positivi luminosi e frizzanti ⁠ (con un pizzico di testardaggine).

  • Per saperne di più: Gli sviluppatori della League stanno valutando la rimozione di Chemtech Dragon poche settimane dopo il lancio

Ha anche costretto il team di Valorant in modo specifico a pensare fuori dagli schemi per Neon e infrangere alcune delle loro regole di vecchia data per progettare un Agent davvero interessante da giocare, e questo è arrivato con la loro mossa.

“Abbiamo deciso di dare a Neon un accesso costante alla velocità, in ogni momento, senza tempi di recupero”, ha affermato lo sviluppatore August ‘August’ Browning. “Invece di andare in ricarica, stiamo limitando la sua forza in altri modi, come abbassare le sue armi e incapace di muoversi ad alta velocità.”

Commerciale

l'agente valoroso neon guarda un tablet

Riot GamesVedremo altri crossover di LoL X Valorant in futuro? Solo il tempo lo dirà.

“Qualcosa con cui August ha davvero aiutato è stato mettere in discussione il modo in cui pensiamo al design di Agent in generale, non solo a Neon”, ha aggiunto Ryan ‘rycoux’ Cousart, capo di Valorant Agent.

“Non sto dicendo che tutte le barriere protettive dovrebbero essere infrante, ma ci ha insegnato a testare ciò che prima pensavamo fosse il nostro limite, invece di spingerci a provare cose nuove”.

Da lì, i kit Neon e Zeri si sono uniti. Con elettricità e velocità in ciascuno dei loro core, si sentono molto simili in termini di stile di gioco nei rispettivi giochi. Riot è riuscita a conferire loro personalità e stile individuali⁠, quindi mentre Zeri e Neon potrebbero essere il primo crossover, non è un porting diretto. Tuttavia, aspettati più versioni come questa in futuro.