L’ex professionista di Smash Ultimate Nairoby ‘Nairo’ Quezada ha rotto il silenzio per la prima volta in quattro mesi. Quezada afferma che i suoi problemi legali sono ora “completamente risolti” e sta cercando di “andare avanti” e ricominciare a trasmettere in streaming e creare contenuti.

Nairo era una delle dozzine di professionisti di Smash Ultimate accusati di cattiva condotta sessuale nel luglio 2020. Il collega professionista Zack “CaptainZack” Lauth ha affermato che Quezada e lui avevano una relazione sessuale quando aveva 15 anni e Nairo ne aveva 20.

Ha confutato queste affermazioni e, in un post nell’ottobre 2020, ha affermato che lo stava portando in tribunale. Ora, quei procedimenti sono finiti e Nairo ha rotto il suo silenzio.

“Come molti di voi sanno, ho gestito le cose legalmente nell’ultimo semestre e voglio annunciare ora che abbiamo raggiunto un accordo legale. Voglio che tu sappia che a partire da ora, tutto è completamente risolto e ora sono in grado di andare avanti con la mia vita”, ha detto in un video del 19 febbraio.

Nairo ha ringraziato i suoi amici e fan che gli sono stati accanto durante l’intero processo. Dopo che le accuse sono venute alla luce, la star di Smash non si è mai più vista mostrare la sua faccia pubblicamente.

“Non mi sono mai più visto competere, non mi sono mai più visto lavorare con team e sponsor e… non mi sono mai più visto in streaming e creare contenuti”, ha detto.

Nairo cerca di tornare in streaming su Twitch dopo l’appello al divieto

Tuttavia, è pronto a tornare allo streaming ⁠— se tutto andrà bene. Vuole ricominciare a guadagnarsi da vivere e aiutare la sua famiglia, oltre a ricostruire la sua vita e andare in terapia.

“Vorrei provare a trasmettere di nuovo. Vorrei provare a tornare a giocare e divertirmi con la community che ho creato e andare avanti. Tuttavia, conosco anche la realtà della situazione e che le persone probabilmente saranno titubanti. Non so come reagiranno le persone a questo, ma voglio andare avanti.

“Non so cosa succederà da qui in poi, ma quello che so per certo è che mi manca uscire con la mia comunità. Mi manca essere in grado di aiutare varie cause ed enti di beneficenza, e desidero provvedere di nuovo alla mia famiglia perché hanno fatto affidamento su di me”.

Smash Ultimate pro NairoTwitter: NairoMKNairo vuole tornare allo streaming per aiutare a provvedere alla sua famiglia.

L’unica cosa che trattiene Nairo è il divieto di Twitch. Dopo che le accuse sono venute alla luce, ha ricevuto una sospensione permanente, ma sta lavorando con la piattaforma per un ricorso.

“Sono stato bannato permanentemente su Twitch, ma ho presentato un appello per essere riammesso. Consideravo Twitch la mia casa per lo streaming, eseguo lo streaming lì dal lancio di Smash Wii U nel 2014. Se dovessi trasmettere di nuovo in streaming, mi piacerebbe tornare di nuovo lì.