Farantube
Image default
Calcio Internazionale

Come ha fatto Florentino Pérez a fare la sua mega fortuna?

Venerato dai pochi che vedevano il suo progetto come un succoso affare multimiliardario e odiato da coloro che pensano che stesse uccidendo il lato romantico del calcio e da coloro che ne hanno avuto interessi Florentino Pérez È “l’uomo” del momento nel Vecchio Continente. L’imprenditore 74enne, promotore e presidente di Super League Europea, è nel bel mezzo della tempesta: il suo sogno si è trasformato in un incubo, diversi club sono stati abbandonati e il torneo per soli adulti è stato sospeso per il momento …

Il sacerdote del Real sta affrontando il suo peggior fallimento (EFE).

Ora, come ha fatto questo tifoso del Real Madrid a diventare l’uomo più potente del mondo del calcio che ha quasi messo il UEFA Eppure il FIFA? Qui la sua storia ricca di trionfi e di fallimenti occasionali, come la Super League.

Florentino Pérez Rodríguez è nato l’8 marzo 1947 a Madrid e è cresciuto in una famiglia della classe media, senza troppi lussi o ostentazioni, oltre ad avere una delle prime televisioni nel suo quartiere, nel lontano 1959. È il terzo dei cinque figli di Eduardo Perez, proprietario di due profumerie nella capitale della Spagna, e Soledad Rodríguez. Fu proprio suo padre a renderlo un fan del Merengue ea portarlo al Santiago Bernabéu fin da bambino. Raramente perdeva una partita per la sua squadra! Anche a soli cinque anni si è rotto il labbro (una cicatrice che porta ancora) per aver corso sugli spalti del campo per festeggiare un gol con suo padre.

Tinine, come lo chiamavano i suoi genitori, o Floro, come lo chiamano i suoi amici, ha sempre avuto una passione per lo sport: a scuola faceva il portiere, sia di calcio che di pallamano. Dopo essersi diplomato alla scuola Escolapios de San Antón ha studiato, presso il Politecnico di Madrid, la carriera di Ingegnere Civile, Canali e Porti. Quella scelta è stata decisiva nella sua vita … È che mentre si distingueva all’università ha incontrato Juan de Arespacochaga, un ingegnere che sarebbe diventato sindaco di Madrid. Una volta ricevuto Florentino, il politico lo portò a lavorare con lui e inizia così la sua carriera nella pubblica amministrazione.

Una delle tue tessere Merengue.

Una delle tue tessere Merengue.

Tra il 1976 e il 1983 ha ricoperto diversi incarichi politici a Madrid e ha stretto centinaia di contatti che sarebbero stati fondamentali nei prossimi anni … Nel 1983 ha lasciato la carriera politica per passare al settore privato con una mossa rischiosa che finirebbe con un lieto fine. Quell’anno, insieme ad alcuni amici e soci, ha acquistato una società di costruzioni catalana sull’orlo del fallimento, per soli cinque milioni di pesetas (circa 30.000 euro oggi). È così che ha dato il via a un mega-impero edile, che oggi sotto il nome di ACS ha un fatturato di 39.049 milioni di euro.

Figo con Florentino Pérez e Alfredo Di Stéfano nel giorno della sua presentazione (EFE).

Figo con Florentino Pérez e Alfredo Di Stéfano nel giorno della sua presentazione (EFE).

Nel 2000, Pérez era già una delle persone più importanti e influenti in Spagna e ha deciso di prendere di mira il suo amato Real Madrid. Corse alla presidenza della Casa Bianca (ci aveva già provato senza successo nel 1995) e, per vincere le elezioni, questa volta giocò un asso nella manica, che sarebbe stato il suo marchio di fabbrica durante i suoi due cicli nel Merengue: una stella che firma. In quel caso, Florentino ha promesso ai soci che se avessero votato per lui, avrebbe comprato da Luis Figo, star del momento che ha giocato né più né meno che a Barcellona. nel luglio 2000 è stato eletto con il 55% dei voti e ha mantenuto la parola data: ha comprato il portoghese per 60 milioni di euro e ha iniziato una nuova era a Madrid, quella del Galácticos. Quindi Zidane, Fat Ronaldo, Beckham si sarebbero uniti …

Ha dato a Diego un mini Bernabéu.

Ha dato a Diego un mini Bernabéu.

Ma ecco, tutti quegli acquisti da un milione di dollari non sarebbero stati possibili senza una mossa da maestro che ha fatto. Si scopre che quando è arrivato a Madrid, Florentino si è trovato con un debito vicino ai 200 milioni di euro, cifra che ha messo i suoi grandi acquisti. Così si è rivolto ai suoi contatti con il governo. Da anni il Real voleva vendere i terreni del suo centro di formazione a La Castellana per costruire un mega progetto di costruzione lì. Il problema era che queste terre erano classificate come sportive, il che rendeva impossibile venderle per costruire torri abitative. Ma Pérez è riuscito a ricategorizzarli e li ha venduti per 501 milioni di euro!, il che ha significato la prima iniezione di denaro per il suo grande progetto calcistico al club.

Con Beckham, un altro dei suoi galattici.

Con Beckham, un altro dei suoi galattici.

Nel 2006, dopo l’era galattica era molto meglio a livello di marketing rispetto ai titoli (nel mezzo è uscito dalla banca verso una gloria come il Baffo della foresta), Pérez si è dimesso dalla sua posizione, Ma non per molto… Nel 2009 è tornato con tutto: ha comprato Cristiano Ronaldo, Kaká e tutte le figure passate alla Casa Bianca negli ultimi anni.. Il 13 aprile di quest’anno Florentino è stato rieletto fino al 2025, poiché non sono stati presentati altri candidati per l’elezione.

Mai nella mia vita ho intrapreso un’avventura. Ho fatto tutto dalla certezza assoluta che potesse andare bene “, contato in più di un’occasione. Ma la verità è che non tutte le sue attività hanno avuto successo … E anche se attualmente fa pagare uno stipendio di 6,8 milioni di euro per essere il presidente della società di costruzioni ACS (ha anche il 12% delle azioni) e Forbes calcola la tua fortuna personale a 2.200 semi (è 1.517 nella lista dei più ricchi del mondo), all’inizio della sua carriera ha quasi perso la casa! per un progetto che non era partito bene …

Con Valdano, nella presentazione di Camacho come DT nel 2004.

Con Valdano, nella presentazione di Camacho come DT nel 2004.

Oltre al Real Madrid, Florentino ha un’altra passione: il cinema e si è persino iscritto come preside prima di entrare all’Università di Ingegneria. Una delle sue prime attività è stata una rivista, Guida per il tempo libero (rivista di spettacoli e sport), da lui fondata nel 1975 e tuttora viva ma che all’inizio non ebbe molto successo e generò perdite, al punto che hanno quasi portato via il suo appartamento che aveva messo in garanzia …

Ha anche una società di noleggio di jet privati ​​che ha registrato diversi anni di perdite di milioni di dollari, anche se non è paragonabile al fallimento della sua Super League troncata. Mai definito da Butragueño, ex madrileno crack degli anni ’80, come “per essere migliore” Per le sue capacità imprenditoriali, Florentino Pérez non trascorre ore tranquille ed è solo e perso, come pochissime volte nella sua vita.

Il suo primo mandato a Madrid è iniziato nel 2000.

Il suo primo mandato a Madrid è iniziato nel 2000.

Ieri, mentre cercava ancora di tenere a galla il suo nuovo progetto, ha parlato con il quotidiano L’Equipe. “Non sono preoccupato per qualcuno che lascia la Super League. La situazione è così grave che tutti accettano di portare avanti questo progetto e cercare una soluzione. Nessuno è stato messo sotto pressione“, ha gettato. E ha ammonito: “Certo che giocheremo la Champions League”.

I lussi di un milionario …

Florentino Pérez mantiene un profilo basso e non ostenta la sua impressionante fortuna, anche se ovviamente si concede … Il presidente del Real Madrid ha un debole per gli yacht: Nel corso della sua vita ne ha avuti diversi (li usava per le vacanze a Maiorca), ma si chiama il più recente Pitina III, in onore del soprannome di sua moglie, morta nel 2012. È costato 18 milioni di euro ed è lungo 32 metri.

Uno degli yacht di Florentino.

Uno degli yacht di Florentino.

Per quanto riguarda le sue proprietà, due si distinguono: i suoi palazzi nel centro di Madrid e una casa per trascorrere l’estate a Cadice. Attualmente risiede a El Viso, un’incantevole zona della capitale della Spagna, nel complesso di tre piani e sei grandi appartamenti, vive con i suoi tre figli: Florentino, Eduardo e María Ángeles. Per trascorrere qualche giorno di relax, dal 2017 possiede una casa di lusso a Cadice: in totale ci sono tre piani di 249 metri.

La villa in cui vive a Madrid.

La villa in cui vive a Madrid.

ARGOMENTI CHE COMPARI IN QUESTA NOTA

Related posts

Il figlio di Felipe Melo giocherà anche in Brasile

admin

Messi gioca la semifinale contro la sua vittima preferita

admin

Pizzi: “Ci manca la fortuna”

admin

Leave a Comment